Strudel di batate, asparagi e noci al rosmarino

Strudel di batate, asparagi e noci al rosmarino

Strudel di batate, asparagi e noci al rosmarino

Recipe by I Buoni Sani
Porzioni

4

porzioni

Ingredienti

  • 150 g. farina tipo 1

  • 100 g. farina integrale di farro

  • 1 pizzico abbondante sale marino integrale

  • 3 C olio evo

  • acqua q.b.

  • 3 batate medie

  • 2 mazzetti di asparagi

  • 2 C olio evo

  • sale marino q.b.

  • 1 manciata battuto rosmarino

  • 1 manciata noci leggermente tostate

  • shoyu q.b

Procedimento

  • Per la pasta, versate in una ciotola le farine miste, un bel pizzico di sale, l’olio evo e mescolate. Quindi aggiungete poca acqua tiepida alla volta, fino a ottenere un impasto morbido ed elastico.
  • Mettetelo da parte avvolto nella pellicola, se volete anche in frigorifero, ma non è necessario.
  • Nel frattempo pelate le batate, tagliatele a cubetti e fatele cuocere a vapore o sbollentatele in acqua leggermente salata. Quando saranno morbide, frullatele con il minipimer in modo da ottenere una purea.
  • Fate cuocere a vapore o sbollentate nella stessa acqua anche gli asparagi tenendoli abbastanza al dente e poi tagliateli a rondelle non troppo piccole.
  • Prendete una padella, scaldate 3 C di olio evo, aggiungete una bella manciata di rosmarino tritato molto sottile e lasciatelo cuocere a fiamma bassa nell’olio finché inizierà a sprigionare profumo, quindi aggiungete le batate frullate, gli asparagi, una manciata di gherigli di noci tritati grossolanamente e amalgamate il tutto.
  • Se il composto non fosse abbastanza morbido, potete aggiungere un po’ di latte vegetale non dolce (soia, avena, mandorle) o qualche cucchiaio di yogurt di soia al naturale. Aggiungete anche una bella manciata di prezzemolo e, se necessario, regolate il sapore con un po’ di shoyu.
  • Stendete la pasta a forma di rettangolo, bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta, sistemate il ripieno al centro in senso longitudinale, chiudete lo strudel piegando verso l’interno i lati più corti e poi facendo sovrapporre quelli più lunghi (volendo potete fare anche una treccia tagliando i lati più lunghi in modo da formare delle strisce larghe 1 o 2 cm e ripiegandole sul ripieno alternandole).
  • Spennellate con un po’ di shoyu diluito con un po’ d’acqua, aggiungete semi di sesamo bianco e nero e infornate a 180°C circa per 20/25 minuti, o comunque finché sarà bello dorato.

Fagottini di saraceno agli asparagi

Fagottini di saraceno agli asparagi

Fagottini di saraceno agli asparagi

Recipe by I Buoni Sani
Porzioni

4/5

porzioni

Ingredienti

  • Per le crepe:
    100 g. farina 1
    40 g. farina di grano saraceno
    1 pizzico di sale marino integrale
    2 C olio evo
    300 g. acqua
    50 g. latte di soia

  • Per il ripieno:
    1 porro tagliato a rondelle
    2 mazzi di asparagi tagliati a rondelle
    3 C olio evo
    sale marino integrale q.b.
    1 panetto di tofu al naturale sbollentato
    qualche foglia di menta
    shoyu o tamari

  • Per la besciamella:
    1 l latte di soia o avena
    1 c sale marino integrale
    1/2 c noce moscata
    4 C farina di riso integrale
    olio di girasole q.b.

Procedimento

  • In una ciotola mescolate tutti gli ingredienti in modo da ottenere una pastella piuttosto liquida, lasciatela riposare una ventina di minuti e quindi fate le crepe.
  • Nel frattempo preparate il ripieno.
  • In una pentola fate saltare velocemente i porri con l’olio e un pizzico di sale, quindi aggiungete un po’ d’acqua e fateli stufare bene.
  • Quando i porri saranno belli cremosi, aggiungete gli asparagi sempre con un po’ di sale, e fateli cuocere finché saranno morbidi, quindi aggiungete il tofu sbriciolato con le mani, fate insaporire il tutto e frullate.
  • Quando avrete un composto cremoso, aggiungete la menta a vostro gusto ed eventualmente regolate il sapore con lo shoyu e date un’ultima frullata.
  • Infine preparate la besciamella.
  • Portate a ebollizione il latte di soia con il sale, quindi aggiungete la noce moscata e la pastella ottenuta mescolando la farina con l’olio. Fate cuocere finché la besciamella inizia ad addensarsi.
  • Ora potete comporre i fagottini: prendete una crepe, adagiate al centro un cucchiaio di ripieno e un cucchiaio scarso di besciamella, chiudete a fagottino, mettete sopra ancora un po’ di ripieno e besciamella e, se volete, chiudete il fagottino con un filo di erba cipollina.
  • Infornate a 180°C finché i vostri fagottini saranno belli dorati.

Margherita di miglio

Margherita di miglio

Margherita di miglio

Recipe by I Buoni Sani
Porzioni

4/5

porzioni

Una pizza a base di cereali, in questo caso il miglio, ma potete usare tranquillamente anche il cous cous (meglio se di mais e riso) o la quinoa… e ora all’opera!

Ingredienti

  • 300 g. miglio

  • 900 g. acqua

  • sale marino integrale q.b.

  • 1 rapa rossa

  • 3 carote

  • 1 cipolla

  • acqua q.b.

  • acidulato di umeboshi q.b.

  • 2 C olio evo

  • 1 manciata di basilico

  • “mozzarella” veg (mettiamo il link della ricetta? l’avevamo pubblicata
    tempo fa)

  • 1 manciata di olive in salamoia

  • prezzemolo o rucola per decorare

Procedimento

  • Fate cuocere il miglio per assorbimento con acqua e sale, quindi stendetelo in una teglia leggermente unta in modo che abbia uno spessore di 1/2 cm. circa e passatelo in forno a 185°C per 15 minuti circa.
  • Nel frattempo preparate il sugo: fate scaldare l’olio in una pentola dai bordi alti, quindi aggiungete le verdure con un pizzico di sale, fatele insaporire brevemente, coprite con acqua a filo, mettete il coperchio e fate cuocere per una ventina di minuti.
  • Quando le verdure sono morbide, togliete la pentola dal fuoco, frullate e regolate il sapore con l’acidulato di umeboshi, in modo da ottenere un sapore molto simile a quello del pomodoro.
  • Completate il sugo aggiungendo il basilico e frullate ancora.
  • Preparate la mozzarella come da istruzioni, sciacquate le olive sotto l’acqua corrente e tagliatele grossolanamente.
  • Quando è tutto pronto, condite la base della pizza con il sugo al basilico, la mozzarella e il battuto di olive, passatela di nuovo per una decina di minuti a 190°C e completate con il prezzemolo o la rucola prima di servire!

Tortini sfiziosi di polenta

Tortini sfiziosi di polenta

Tortini sfiziosi di polenta

Recipe by I Buoni Sani
Porzioni

4/5

porzioni

Una ricetta facile facile e veloce veloce, ideale per un aperitivo, uno spuntino o per qualsiasi altra occasione!

Ingredienti

  • 250 g. farina per polenta (io ho usato la taragna, ma potete anche fare un mix o usare solo bramata)

  • 1 l. acqua

  • sale q.b.

  • 2 manciate pomodorini secchi tagliati finemente

  • 2 manciate olive in salamoia tagliate finemente

  • 1 manciata prezzemolo tritato

  • 1/2 manciata coriandolo fresco tritato

  • 2 C crema di arachidi (o tahin)

  • 2 manciate semi oleosi misti (io ho usato zucca, girasole, sesamo bianco e nero, papavero)

Procedimento

  • Preparare la polenta secondo le istruzioni. Quando è cotta, conditela con gli altri ingredienti (volendo potete toglierne alcuni, se non vi piacciono, o aggiungerne altre che magari avete in casa).
  • Trasferitela in uno stampo da plumcake ricoperto con la carta da forno o in una teglia per muffin.
  • Fate raffreddare e poi, quando sarà solidificata, prendete il vostro plumcake di polenta o le vostre polentine singole e passateli in forno a 190°C per 12/15 minuti, in modo che diventino belli croccanti.
  • Potete servire il plumcake tagliato a fettine, magari accompagnato da una salsina.

Muffin dolci di polenta con cuore di zucca, carruba e nocciole

Muffin dolci di polenta con cuore di zucca, carruba e nocciole

Muffin dolci di polenta con cuore di zucca, carruba e nocciole

Recipe by I Buoni Sani
Porzioni

4/5

porzioni

In questo periodo ho voglia di sperimentare con la farina per la polenta e ho deciso di buttarmi sui dolci: il risultato è stato stupefacente! Questi muffin sono buonissimi, super morbidi, senza lievito e, volendo, anche senza glutine

Ingredienti

  • 125 g. farina di mais bramata

  • 250 ml. latte di mandorla

  • 250 ml. latte di riso integrale

  • 1 pz sale marino integrale

  • 30 g. farina di mandorle

  • 1 scorza di limone

  • 1 c vaniglia in polvere

  • 150 g. malto di riso (o 120 g. sciroppo d’acero per la versione senza
    glutine)

  • 1/2 zucca cotta al forno con la buccia

  • 1 C polvere di carruba

  • 1 C nocciole tostate

  • malto di riso o sciroppo d’acero q.b.

  • malto di riso e granella di nocciole/pistacchi per decorare

Procedimento

  • Prendete una zucca, lavatela, tagliatela a metà, privatela dei semi, appoggiatela su una teglia coperta con carta da forno (meglio al naturale) con la polpa rivolta verso il basso e infornate a 180°C finché non sarà bella morbida (potete provare bucandola con i rebbi di una forchetta).
  • Quando la zucca sarà pronta, toglietela dal forno, fatela raffreddare e poi con l’aiuto di un cucchiaio togliete la polpa.
  • Ora trasferite la zucca in un frullatore, aggiungete le nocciole, la polvere di carruba e iniziate a frullare. Quando avrete ottenuto un composto omogeneo, dolcificate in base al vostro gusto.
  • Nel frattempo portate a bollore il latte di mandorla e riso, aggiungete il sale e iniziate a versare la farina a pioggia mescolando con una frusta, in modo che non si formino grumi.
  • Fate cuocere come da istruzioni e poi completate con la farina di mandorle, la scorza di limone, la vaniglia e il dolcificante.
  • Lasciate intiepidire leggermente la polenta in modo da poterla maneggiare (non troppo però, altrimenti tenderà ad indurirsi).
  • Prendete una teglia per muffin, oliate e infarinate gli stampini, ricoprite le pareti di ogni stampino con uno strato di polenta in modo da lasciare un buco al centro.
  • Riempite il buco con il ripieno di zucca, coprite la parte superiore del muffin con un “coperchio” di polenta, spennellate con malto diluito con un po’ d’acqua, decorate con la granella di frutta secca e infornate a 175°C per 15 minuti circa o comunque finché saranno belli dorati.
  • Lasciateli raffreddare prima di toglierli dagli stampini, altrimenti rischiate che si rompano.

Girella di semolino con ripieno di porri, zucca e tofu affumicato

Girella di semolino con ripieno di porri, zucca e tofu affumicato

Recipe by I Buoni Sani
Porzioni

4/5

porzioni

Una ricetta nata per caso, dalla voglia di un primo coccoloso in una serata di pioggia e la necessità di finire alcuni avanzi in frigorifero… risultato super soddisfacente!

Ingredienti

  • 1 l. latte di soia

  • 1 c sale marino integrale

  • 1 c noce moscata

  • 250 g. semolino (potete usare quello di riso per la versione senza glutine)

  • 3 C farina di mandorle

  • 1/2 l. latte di soia

  • 1 c scarso sale marino integrale

  • 2 C farina di riso

  • 2 C olio di girasole

  • 1 manciata di salvia

  • 2 C olio evo

  • 1 porro a rondelle

  • 1/4 zucca senza buccia

  • 1/2 panetto tofu affumicato (o tofu al naturale marinato come preferite)

  • 1 manciata prezzemolo

Procedimento

  • Preparate il semolino portando a bollore il latte di soia e il sale, aggiungete la noce moscata, stemperate bene con una frusta e poi iniziate a versare il semolino a pioggia, senza mai smettere di mescolare.
  • Completate con la farina di mandorle, fate cuocere per qualche minuto e poi stendete il tutto tra due fogli di carta da forno, in modo da formare un rettangolo.
  • Nel frattempo preparate la besciamella portando a bollore il mezzo litro di latte di soia con il sale, poi aggiungete la pastella che avrete preparato unendo in una ciotola la farina di riso e l’olio di girasole fatto scaldare e insaporito con il battuto di salvia (lasciate olio e salvia insieme sul fuoco finché la salvia inizierà a sprigionare un bel profumo intenso).
  • Continuate a cuocere finché la besciamella inizierà ad addensarsi, quindi mettetela da parte.
  • Infine preparate il ripieno: tagliate la zucca e il tofu a cubetti, condite con olio e sale e fate cuocere in forno a circa a 180°C (per il tofu bastano 12 minuti, per la zucca ne serviranno una ventina).
  • Nel frattempo in una padella scaldate leggermente l’olio evo, quindi aggiungete il porro a rondelle con un pizzico di sale, fatelo saltare un paio di minuti e poi aggiungete un po’ d’acqua, in modo da farlo stufare lentamente.
  • Aggiungete poi la zucca cotta e frullata e il tofu, in modo da fare amalgamare bene i sapori, e poi completate con il prezzemolo.
  • Ora stendete uno strato di ripieno sul rettangolo di semolino (non mettetene troppo, altrimenti rischiate di non riuscire ad arrotolarlo), arrotolatelo con delicatezza in modo da formare una grande girella, coprite la parte superiore con la besciamella alla salvia e infornate a 185/190°C finché sarà bello dorato e croccante.
  • Lasciate intiepidire leggermente, tagliate a fette e servite!

Mini croissant alla spirulina con crema di tofu, zucchine e olive

Mini croissant alla spirulina con crema di tofu, zucchine e olive

Recipe by I Buoni Sani
Porzioni

4/5

porzioni

Ecco una ricetta velocissima e super sfiziosa, ideale come finger food per un aperitivo o come snack… successo garantito!

Ingredienti

  • 1 T farina 2

  • 1 T farina integrale di farro

  • 1 pz abbondante di sale marino integrale

  • 2 c alga spirulina in polvere

  • 1/3 T olio evo

  • 2/3 T latte di soia

  • 2 c polvere lievitante con cremor tartaro

  • semi di sesamo bianco q.b.

  • 300 g. tofu al naturale

  • 1 zucchina media

  • 1 manciata di olive

  • scorza di limone non trattato

  • acidulato di umeboshi o sale marino integrale q.b.

Procedimento

  • Fate sbollentare il tofu in acqua per 15/20 minuti e poi mettetelo da parte (anche se poi verrà cotto nei croissant, preferisco farlo sbollentare per renderlo più morbido).
  • Preparate l’impasto dei croissant unendo in una ciotola le farine, il sale, la polvere lievitante, la spirulina, l’olio e il latte di soia, mescolate con l’aiuto di un mestolo e poi con le mani, in modo da ottenere un impasto morbido e malleabile (se fosse troppo umido, aggiungete un po’ di farina fino a ottenere la consistenza desiderata).
  • Dividete l’impasto in due parti uguali e stendetelo in modo da formare due cerchi grandi più o meno come uno stampo per torte, quindi tagliateli in quattro e poi tagliate ancora ogni spicchio a metà, in modo da ottenere 8 spicchi per ogni cerchio.
  • Come ultimo passaggio preparate il ripieno: in un frullatore unite il tofu, la zucchina a rondelle, le olive sciacquate, la scorza di limone e iniziate a frullare. Se necessario aggiungete un po’ di acqua, in modo da ottenere un impasto cremoso ma non liquido.
  • Per finire, regolate il sapore con il sale o l’acidulato di umeboshi.
  • Ora prendete i triangoli di pasta, se necessario stendeteli ancora un po’, adagiate un cucchiaino di impasto in prossimità della parte più larga e iniziate ad arrotolare, in modo da formare un croissant.
  • Ripetete l’operazione con tutti i triangoli, decorate i croissant con dei semi di sesamo bianco, adagiateli su una teglia coperta con della carta da forno e infornate a 175°C per 20 minuti. Naturalmente, per il ripieno potete usare qualsiasi crema di vostro gusto!

Torta salata di porri e zucchine

Torta salata di porri e zucchine

Torta salata di porri e zucchine

Recipe by I Buoni Sani
Porzioni

4/5

porzioni

Una torta salata ideale per la primavera e l’estate, con un ripieno super morbido e avvolgente!

Ingredienti

  • 250 g. farine miste

  • sale marino integrale q.b.

  • 3 C olio evo

  • 1 porro a rondelle

  • 5 zucchine

  • 2 C olio evo

  • latte di soia o avena q.b.

  • semi di sesamo nero q.b.

  • shoyu q.b.

Procedimento

  • Preparate la pasta mescolando 250 g. di farina (150 g. farina 1 e 100 g. integrale di farro, ma potete anche cambiare sia il tipo di farina, sia le proporzioni) con un bel pizzico di sale, 3 C di olio evo e acqua q.b. per ottenere un bell’impasto morbido ed elastico. Se volete contribuire a una cottura più uniforme, potete aggiungere anche 1 c di cremor tartaro, mentre se volete arricchire l’impasto, potete aggiungere alle farine 1 c di curcuma o di semi di papavero.
  • Stendete la pasta su un foglio di carta da forno, bucherellatelo con i rebbi di una forchetta e adagiatelo in una tortiera.
  • Nel frattempo preparate la farcia: fate saltare con olio evo e sale un porro tagliato a rondelle (in primavera potete usare anche del cipollotto), quindi aggiungete un po’ d’acqua e fatelo stufare lentamente.
  • Quando avrete ottenuto una consistenza bella cremosa, prendete due cucchiaiate di porri e metteteli da parte.
  • Nella padella, invece, aggiungete 5 zucchine medie tagliate a metà per lungo e poi a rondelle oblique, aggiungete un po’ di sale e fatele saltare senza aggiungere più acqua, in modo che siano cotte ma ancora croccanti.
  • Nel frattempo mettete i porri stufati che avete tolto dalla pentola in un mixer, aggiungete un panetto di tofu al naturale o 1/2 panetto di silk tofu e 1/2 panetto di tofu affumicato.
  • Frullate tutto insieme e, se necessario, aggiungete un po’ di acqua tiepida in modo da ottenere una bella consistenza cremosa.
  • Aggiungete la crema alle zucchine e porri, stendete la farcia sulla pasta, ripiegate i bordi leggermente all’interno, spennellate con della salsa di soia e infornate a 175°C per 25 minuti circa. Fate intiepidire leggermente prima di servire.

Strudel aperto con radicchio, noci e tofu

Strudel aperto con radicchio, tofu e noci

Strudel aperto con radicchio, noci e tofu

Recipe by I Buoni Sani
Porzioni

4/5

porzioni

Ecco uno strudel davvero sfizioso, che all’ultimo ho deciso di non chiudere completamente per lasciare in evidenza il gioco di colori che si è creato

Ingredienti

  • 1 T farina 1

  • 1 T farina integrale di farro

  • sale marino integrale q.b.

  • 1/3 T olio evo

  • 2/3 T latte di soia

  • semi di sesamo o papavero (facoltativo)

  • curcuma, zafferano, succo di barbabietola (facoltativo)

  • 3 C olio di sesamo

  • 2 cipolle rosse

  • acqua q.b.

  • 2 radicchi medi

  • 200 g. tofu al naturale

  • 1 manciata noci

  • shoyu o tamari q.b.

Procedimento

  • Per la pasta, unite in una ciotola 1 T farina 1, 1 T farina integrale di farro, una presa di sale, 1/3 T olio evo e 2/3 T latte di soia.
  • Mescolate bene con un mestolo di legno e poi aiutatevi con le mani fino a ottenere un impasto morbido ed elastico. Se fosse troppo umido, aggiungete ancora un po’ di farina.
  • Volendo potete arricchire il vostro impasto con semi di papavero, sesamo bianco e nero, oppure colorarlo aggiungendo alla farina un po’ di curcuma, zafferano, succo di barbabietola, ecc.
  • Stendete la pasta su un foglio di carta da forno in modo da formare un rettangolo, bucherellatela al centro con i rebbi di una forchetta e mettetela da parte.
  • Per la farcia, scaldate in una pentola 3 C di olio di sesamo, quindi fate saltare 2 cipolle rosse con un pizzico di sale, aggiungete un po’ di acqua e fatele stufare per bene, unite poi due radicchi medi tagliati a striscioline sempre con un pizzico di sale e fateli appassire, infine aggiungete 200 g. di tofu la naturale sbriciolato con le mani e fate cuocere il tutto per una decina di minuti.
  • Ora trasferite il ripieno in un frullatore, aggiungete una manciata di noci precedentemente tostate in forno a 150°C per 10 minuti, regolate eventualmente il sapore con shoyu o tamari e frullate bene il tutto.
  • Ora riprendete la pasta, stendete il ripieno al centro, piegate verso l’interno i due lati più corti in modo da coprire il ripieno e poi piegate anche i lati più lunghi, ma senza sovrapporli.
  • Decorate la parte di ripieno in evidenza con semi di sesamo bianco, spennellate la sfoglia con un po’ di shoyu o tamari e infornate a 175° C per 20/25 minuti o finché sarà bello dorato. Fatelo intiepidire prima di servire.

Cheesecake salata

Cheesecake salata

Cheesecake salata

Recipe by I Buoni Sani
Porzioni

4/5

porzioni

Chi ha detto che una cheesecake debba essere solo dolce? Ecco qui la nostra versione salata e senza glutine!

Ingredienti

  • 3 C olio evo

  • 1 manciata erbe aromatiche tritate al coltello

  • 200 g. miglio

  • 600 g acqua

  • sale marino integrale q.b

  • 75 g. farina di mandorle

  • scorza di 1 limone

  • 3 C olio di sesamo

  • 1 cipolla

  • 500 g. carote

  • 200 g. tofu al naturale

  • shoyu q.b.

  • semi di sesamo nero q.b.

  • 1 C olio di sesamo tostato

  • 1 C crema di mandorle

  • 1,5 c agar agar in polvere

  • 400 g. yogurt soia

  • succo e scorza di un limone non trattato

  • qualche foglia di basilico

  • granella di pistacchi tostati

Procedimento

  • Per la base, in una pentola dai bordi alti fate rosolare un trito di erbe aromatiche a piacere in 3 C di olio evo, quindi aggiungete 200 g. di miglio sciacquato bene e 600 ml. di acqua (volendo potete fare la base anche con il cous cous o la quinoa, sempre seguendo lo stesso procedimento ma tenendo conto delle diverse proporzione di acqua).
  • Portate a bollore, aggiungete il sale, coprite e fate cuocere per assorbimento.
  • Quando il miglio sarà cotto, aggiungete 75 g. di farina di mandorle e la scorza di un limone, mescolate bene e poi trasferite il tutto in una tortiera a cerniera rivestita di carta da forno.
  • Pressatelo bene sul fondo, quindi spennellatelo con un po’ di olio e passatelo in forno per 15 minuti a 180°C.
  • Per la farcia, prendete una padella, scaldate leggermente 3 C di olio di sesamo e fate saltare una cipolla tagliata a mezzaluna con un po’ di sale, aggiungete 500 g. di carote tagliate a rondelle e precedentemente cotte a vapore o scottate in acqua e sale e fatele insaporire, quindi aggiungete il tofu sbriciolato, un po’ di salsa di soia e stufate per altri 5 minuti.
  • Frullate tutto nel mixer ed eventualmente regolate il sapore. Quando avrete un composto bello cremoso, aggiungete i semi di sesamo nero e l’olio di sesamo tostato.
  • Nel frattempo, in una pentola versate 200 ml. di acqua, un pizzico di sale, 1 C di crema di mandorle e 1 c e mezzo di agar agar in polvere, mescolate bene con l’aiuto di una frusta, portate a bollore e fate sobbollire per 5 minuti mescolando.
  • Unite al liquido le carote frullate, versate il tutto sulla base di miglio e lasciate solidificare in frigorifero.
  • Nel frattempo prendete il vegrino che avrete ottenuto facendo colare 400 g. di yogurt di soia per 8/12 ore, conditelo con un po’ di sale, il succo e la scorza di un limone e qualche foglia di basilico, frullate con il minipimer e stendetelo sopra le carote.
  • Infine decorate con granella di pistacchi tostati