Crumble di cous cous e pesche

Crumble di cous cous e pesche

Crumble di cous cous e pesche

Recipe by I Buoni Sani
Porzioni

4

porzioni

Complici le ultime pesche della stagione e le temperature ancora piacevoli, ecco un dolcetto senza forno da gustare fresco o a temperatura ambiente!

Ingredienti

  • 400 g. cous cous di mais e riso

  • 1 pz sale marino integrale

  • 400 ml latte di soia o avena

  • 400 ml latte di riso

  • 200 g. farina di frutta secca (mandorle e/o nocciole)

  • scorza di 2 limoni

  • 1/2 c vaniglia

  • 1/2 c cannella

  • 480 g. malto di riso

  • 500 ml. succo di mela

  • 1 pz sale marino integrale

  • 1,5 c agar agar in polvere

  • 150 g. pesche

  • cannella q.b.

  • 1/2 C crema di mandorle

  • riccioli di cioccolato fondente e/o scaglie di cocco per guarnire

Procedimento

  • In una pentola portate a bollore il latte, il sale e il malto, quindi aggiungete il cous cous, la farina di frutta secca, la scorza di limone e le spezie, coprite, lasciate riposare per 10/15 minuti e poi trasferite il composto in una teglia e fatelo raffreddare.
  • Nel frattempo preparate la farcitura: in una pentola portate a bollore il succo di mela con il sale, l’agar agar stemperato bene e la crema di mandorle, fate sobbollire qualche minuto e poi aggiungete le pesche lavate e tagliate a pezzetti e la cannella. Lasciate raffreddare e quando sarà solidificato, frullate in modo da ottenere una crema densa.
  • Ora potete comporre il vostro crumble: rivestite la base di una tortiera a cerniera con un foglio di carta da forno (meglio se non trattata), copritela con uno strato di cous cous ben compresso in modo che abbia un spessore di 1-1,5 cm, quindi coprite con uno strato abbondante di mousse e infine completate con dell’altro cous cous che lascerete cadere sbriciolandolo con le mani, creando appunto l’effetto “crumble”.
  • Infine decorate la superficie con un po’ di cannella e dei riccioli di cioccolato fondente e/o scaglie di cocco.

Plumcake alla carruba e nocciole

plumcake carruba e nocciole

Plumcake alla carruba e nocciole

Recipe by I Buoni Sani
Porzioni

4/5

porzioni

Quando farete questo plumcake, la vostra casa verrà inondata da un profumo inebriante al quale sarà impossibile resistere… ah, naturalmente potete usare lo stesso impasto per fare una torta, una ciambella o dei muffin!

Ingredienti

  • 2 T farina 1

  • 1 T farina integrale di farro

  • 1 T farina di nocciole

  • 1/2 T polvere di carruba

  • 1 pz sale marino integrale

  • 1 bustina polvere lievitante con cremor tartaro

  • 1/2 T olio di girasole

  • 1/2 T malto di riso

  • 1/2 T sciroppo d’acero

  • 1 T latte di soia o avena

  • 1 T succo di mela

  • 1 C malto di riso e granella di nocciole per decorare

Procedimento

  • In una ciotola unite le farine e la carruba setacciate, quindi aggiungete la farina di nocciole, il sale e il lievito.
  • In un’altra ciotola emulsionate i liquidi con l’aiuto di una frusta o del minipimer, quindi unite le due parti e amalgamatele bene. L’impasto deve avere la classica consistenza a nastro, se fosse troppo asciutto, aggiungete ancora un po’ di bevanda vegetale.
  • Trasferite il tutto in uno stampo da plumcake rivestito con carta forno o leggermente unto e infarinato e infornate a 160°C per 25 minuti, quindi alzate la temperatura senza aprire il forno a 175°C e proseguite la cottura per altri 25 minuti.
  • A questo punto fate la prova dello stecchino: se esce umido, proseguite la cottura per altri 8/10 minuti, altrimenti completate con altri 3 minuti a 180°C.
  • Fatelo raffreddare su una gratella e poi spennellate la parte superiore con del malto di riso diluito con un po’ di acqua e decorate con la granella di nocciole (tostate). Se fate i muffin, riempite i pirottini a 3/4, cospargeteli con la granella di nocciole prima della cottura e infornate a 175°C per 25 minuti circa.

Riciclotti gluten free alla carruba e nocciola

Riciclotti gluten free alla carruba e nocciola

Riciclotti gluten free alla carruba e nocciola

Recipe by I Buoni Sani
Porzioni

4/5

porzioni

Ecco un’idea velocissima, golosa e dalla consistenza super “sofficiosa” per riutilizzare del pan di Spagna avanzato, ma anche del pane vecchio, piuttosto che un rimasuglio di torta (basta che sia piuttosto semplice), ma visto il periodo anche di panettone o pandoro… io li trovo irresistibili!

Ingredienti

  • 250 g. Pan di Spagna (o pane raffermo o avanzo di torta, pandoro, panettone)

  • 1 pz sale marino integrale

  • 2 C crema di nocciole

  • 1 C granella di nocciole

  • 2 C polvere di carruba

  • 1 C malto di riso o sciroppo d’acero (se usate del pane vecchio, potete
    aumentare un po’ il dolcificante)

  • 1/2 bustina polvere lievitante con cremor tartaro

  • bevanda vegetale q.b. (soia, avena, riso, mandorle)

Procedimento

  • Mettete il pan di Spagna in un blender e frullate fino a ridurlo in briciole, poi trasferitelo in una ciotola e aggiungete il sale, la polvere lievitante, la crema di nocciole, la granella di nocciole, la polvere di carruba setacciata, il dolcificante e iniziate ad amalgamare bene tutti gli ingredienti.
  • Quando l’impasto è pronto, aggiungete gradualmente la bevanda vegetale, in modo da ottenere un impasto morbido, ma abbastanza consistente da poterlo lavorare con un porzionatore da gelato.
  • Quando è pronto, scaldate il forno a 180°C, prendete una teglia, copritela con la carta da forno (meglio se non trattata) e disponete le vostre palline di impasto lasciando un po’ di spazio tra una e l’altra perché lieviteranno.
  • Quando le palline sono tutte pronte, infornate, abbassate la temperatura a 175°C e fate cuocere per 25 minuti.
  • A cottura ultimata, verificate per sicurezza con uno stecchino e, se l’impasto fosse ancora troppo umido, proseguite la cottura per qualche minuto. Lasciateli raffreddare prima di toccarli.
  • Volendo, prima di infornare i vostri biscotti, potete decorarli con una nocciola intera o della granella di nocciole. Naturalmente anche gli elementi caratterizzanti possono cambiare: potete sostituire la carruba con il cacao o con il cocco, potete sostituire le nocciole con le mandorle o usare un mix di frutta secca, potete aggiungere dell’uvetta ammollata o altra frutta disidratata tipo prugne o albicocche secche…. insomma, avete solo l’imbarazzo della scelta!

Strudel di mele, zucca e castagne

Strudel di mele, zucca e castagne

Strudel di mele, zucca e castagne

Recipe by I Buoni Sani
Porzioni

4/5

porzioni

Lo strudel è tra i miei dolci preferiti e mi diverto a declinarlo in tanti modi diversi: ecco una versione decisamente autunnale… forse la mia preferita!

Ingredienti

  • 2 T farina 1 (più altra farina se la pasta fosse troppo appiccicosa)

  • 1 pz sale marino integrale

  • 1/3 T olio di girasole

  • 2/3 T succo di mela

  • 4 mele golden o renette

  • 1/2 zucca sbucciata e cotta a vapore e frullata

  • 1 manciata castagne bollite

  • 1 pz sale marino integrale

  • succo di mela q.b.

  • vaniglia q.b.

  • cannella q.b.

  • 2 chiodi di garofano sminuzzati

  • 1 manciata uvetta sciacquata e ammollata

  • 1 manciata noci tostate tagliate al coltello

  • 1 C kuzu

  • 1 C malto di riso + acqua per spennellare

Procedimento

  • In una ciotola unite le farine, il sale, l’olio e il succo di mela, impastate velocemente in modo da ottenere una palla morbida e uniforme (se fosse troppo umida, potete aggiungere un po’ di farina) e poi stendete l’impasto così ottenuto su un foglio di carta da forno in modo da formare un rettangolo.
  • Nel frattempo in una pentola versate il succo di mela in modo da coprire il fondo, quindi aggiungete le mele a fettine (con o senza buccia) con un pizzico di sale, portate a bollore, coprire e fate cuocere finché saranno belle morbide.
  • A questo punto aggiungete la zucca cotta a vapore e frullata, le castagne tagliate grossolanamente al coltello, l’uvetta, le noci e le spezie.
  • Come ultimo passaggio sciogliete il kuzu in un po’ di succo di mela, versatelo sul ripieno dello strudel e fate cuocere qualche minuto, finché si sarà addensato.
  • Ora trasferite la pasta dello strudel con la carta da forno su una teglia piatta, bucherellatela con i rebbi di una forchetta, stendete il ripieno al centro, piegate verso l’interno le due estremità più corte e poi anche quelle più lunghe, in modo che si sovrappongano leggermente.
  • Infornate a 175°C per 25 minuti circa o comunque finché sarà bello dorato.
  • Prima di servire spennellate la superficie con il malto sciolto in un goccio d’acqua.

Frollini alle castagne e cioccolato fondente

Frollini alle castagne e cioccolato fondente

Frollini alle castagne e cioccolato fondente

Recipe by I Buoni Sani
Porzioni

4/5

porzioni

Una ricetta semplice, veloce e appetitosa, tutta all’insegna dell’autunno

Ingredienti

  • 120 g. farina 1

  • 100 g. farina di castagne

  • 50 g. farina di orzo

  • 30 g. farina di mandorle

  • un pizzico di sale marino integrale

  • 1/2 bustina di cremor tartaro

  • 100 g. malto di riso

  • 30 g. sciroppo d’acero

  • 40 g. olio di girasole

  • 50 g. cioccolato fondente tritato grossolanamente

  • scorza di un’arancia biologica

  • vaniglia, cannella e zenzero in polvere a piacere

  • succo di mela

Procedimento

  • Unite in una ciotola tutti gli ingredienti fino a ottenere un impasto solido ma morbido.
  • Stendete poi l’impasto tra due fogli di carta da forno in modo che abbia un’altezza di mezzo centimetro circa (non fateli troppo sottili, sono più buoni se hanno una bella consistenza in bocca) quindi tagliatelo con le formine.
  • Infornate a 175/180° per 12/15 minuti circa o comunque finché saranno belli dorati. In alternativa potete fare le solite palline e schiacciarle leggermente al centro oppure incidere leggermente l’impasto con la punta di un coltello dando ai vostri biscotti la forma di rettangoli o losanghe, farlo cuocere tutto insieme e poi dividerlo in singoli biscotti spezzandolo con le mani una volta che si saranno raffreddati.

Crostata al gianduia

Crostata al gianduia

Crostata al gianduia

Recipe by I Buoni Sani
Porzioni

4/5

porzioni

Una crostata golosa, in cui la fragranza e la croccantezza della frolla creano un bel contrasto con la golosa cremosità del ripieno… a prova di onnivori!

Ingredienti

  • 200 g. farina 1

  • 100 g. farina integrale di farro

  • 1 pz sale marino integrale

  • 1/2 bustina polvere lievitante con cremor tartaro

  • 50 ml. olio di girasole

  • 150 g. malto di riso

  • 1 pz vaniglia in polvere

  • scorza di un limone non trattato

  • succo di mela q.b.

  • 600 ml. latte di soia

  • 1 pz sale marino integrale

  • 1,5 c agar agar in polvere

  • 2 C crema di nocciole

  • 2 C cacao amaro in polvere

  • 180 g. malto di riso

  • 2 C kuzu con latte di soia per scioglierlo

  • granella di nocciole per decorare

Procedimento

  • In una ciotola unite le farine setacciate, il sale, la polvere lievitante, la vaniglia e la scorza di limone, quindi aggiungete l’olio e il malto di riso e lavorate brevemente, in modo da ottenere un impasto compatto, ma morbido e malleabile. Se necessario, aggiungete un po’ di succo di mela.
  • Stendete l’impasto ottenuto in una tortiera tenendo il bordo un po’ alto, bucherellatelo al centro con i rebbi di una forchetta e infornate a 175°C per 17 minuti circa. A fine cottura dovrà essere dorato, ma ancora morbido. Fatelo raffreddare e nel frattempo preparate la farcitura.
  • In una pentola portate a bollore il latte di soia con il sale e l’agar agar, fate sobbollire qualche minuto e poi aggiungete la crema di nocciole, il cacao e il malto, fate sobbollire ancora qualche minuto e completate con il kuzu sciolto nel latte di soia.
  • Quando la crema inizierà ad addensarsi, toglietela dal fuoco, fatela intiepidire leggermente e poi versatela nella torta.
  • Quando lo strato superficiale sarà leggermente rappreso, decorate con la granella di nocciole e aspettate che sia completamente solidificata prima di servire. Volendo è buona anche fresca di frigo.

Pan di spagna al cacao con crema stracciatella alla mandorla e mirin

Pan di spagna al cacao con crema stracciatella alla mandorla e mirin

Pan di spagna al cacao con crema stracciatella alla mandorla e mirin

Recipe by I Buoni Sani
Porzioni

4/5

porzioni

Una torta che ho creato per il compleanno di un’amica e che ha messo d’accordo tutti: onnivori e non, adulti e bambini… provare per credere!

Ingredienti

  • 2 T farina 1

  • 1 pz sale marino integrale

  • 1 bustina polvere lievitante con cremor tartaro

  • 1/2 T cacao amaro

  • 1/2 T farina di mandorle

  • 1/2 T olio di girasole alto oleico

  • 1/2 T malto di riso

  • 1/2 T sciroppo d’acero

  • 1 T latte di mandorle

  • 1 T succo di mela

  • 1/2 l latte di mandorle

  • 1 pz sale marino integrale

  • 1,5 c agar agar in polvere

  • 150 g. malto di riso

  • 1 C crema di mandorle

  • 1 C kuzu sciolto in un po’ di latte di mandorle

  • 50 g. cioccolato fondente al 70%

  • mirin q.b.

  • malto di riso e granella di frutta secca per decorare

Procedimento

  • In una ciotola unite le farine setacciate, il sale, la polvere lievitante e il cacao. In un’altra ciotola emulsionate l’olio, il malto e lo sciroppo d’acero e poi unite il tutto ai secchi.
  • Aggiungete il latte di mandorle e il succo di mela, mescolate bene con una frusta e, se necessario, aggiungete ancora un po’ di liquido, in modo che l’impasto abbia la classica consistenza a nastro.
  • Trasferite in uno stampo unto e infarinato o rivestito con carta da forno e infornate a 160°C per 25 minuti, quindi alzate la temperatura a 175° e proseguite la cottura per altri 25 minuti.
  • A questo punto se la torta è cotta potete toglierla dal forno e lasciarla raffreddare, altrimenti lasciatela altri 10 minuti a 175° e poi verificate di nuovo.
  • Per la crema, in un pentolino portate a bollore il latte di mandorle con il sale, l’agar agar stemperata bene, il malto e la crema di mandorle, fate sobbollire per qualche minuto e poi aggiungete il kuzu diluito, proseguite la cottura finché inizia ad addensarsi, trasferite in una ciotola e fate raffreddare.
  • Quando sarà solidificato, frullate, se necessario allungate con un po’ di latte e poi aggiungete il cioccolato tagliato grossolanamente al coltello e il mirin.
  • Quando è tutto pronto, tagliate la torta a metà, farcitela, ricomponetela e decorate la superficie con malto diluito con un po’ di acqua (fa da collante) e granella di frutta secca (mandorle e pistacchi)!

Bavarese estiva al cocco e cioccolato fondente

Bavarese estiva al cocco e cioccolato fondente

Bavarese estiva al cocco e cioccolato fondente

Recipe by I Buoni Sani
Porzioni

4/5

porzioni

Una bavarese decisamente estiva, anzi sarebbe meglio dire “tropicale”, dove il dolce del cocco e l’amaro del cioccolato si completano e si esaltano a vicenda… mi raccomando, da non fare tutti i giorni!

Ingredienti

  • 800 ml. latte di cocco

  • 200 ml. latte di soia/avena

  • 1 pz sale marino integrale

  • 2 c agar agar in polvere

  • 250 g. malto di riso

  • 3 C cocco in scaglie

  • 3 C kuzu

  • 50 g. cioccolato fondente

  • cioccolato fuso e cocco in scaglie per servire

Procedimento

  • In una pentola unite il latte di cocco con il sale, l’agar agar e il malto.
  • Mescolate bene con una frusta, mettete sul fuoco, portate a bollore e fate sobbollire per 4 o 5 minuti.
  • Aggiungete il cocco in scaglie e il kuzu diluito nel latte di soia/avena.
  • Fate sobbollire ancora qualche minuto, quindi togliete dal fuoco e lasciate intiepidire leggermente.
  • Nel frattempo tagliate il cioccolato al coltello e quando la base della bavarese non sarà più troppo calda, ma non ancora rappresa, aggiungete il cioccolato e mescolate velocemente, in modo che si sciolga un po’ ma non del tutto.
  • Versate negli stampini e fate raffreddare.

Note

  • Potete servire la vostra bavarese accompagnata da una crema a base di cioccolato fuso a bagnomaria con un goccio di latte vegetale e una spolverata di cocco in scaglie. Naturalmente si presta anche a diventare la farcitura per una crostata estiva o una cheesecake!

Torta soffice albicocche e carruba

Torta soffice carruba e albicocche

Torta soffice albicocche e carruba

Recipe by I Buoni Sani
Porzioni

4/5

porzioni

Perché albicocche non significa solo marmellata…e con la carruba è un abbinamento davvero vincente… provare per credere!

Ingredienti

  • 1 e 1/2 T farina 1

  • 1 T farina integrale di farro

  • 1/2 T polvere di carruba

  • 1/2 T farina di mandorle

  • 1 pz sale marino integrale

  • 1 bustina polvere lievitante con cremor tartaro

  • 1/2 T olio girasole

  • 1/2 T malto di riso

  • 1/2 T sciroppo d’acero

  • 1 T latte di soia

  • 1 T succo di mela

  • una decina di albicocche a pezzi non troppo piccoli

Procedimento

  • Setacciate le farine e la polvere di carruba e versatele in una ciotola, aggiungete il sale, la farina di mandorle e la polvere lievitante.
  • In un altro contenitore emulsionate i liquidi e uniteli alla parte secca, verificate che la pastella abbia la classica consistenza a nastro e, se fosse troppo asciutta, aggiungete ancora un po’ di latte vegetale o succo di mela.
  • Infine aggiungete le albicocche tagliate in pezzi non troppo piccoli, trasferite il tutto in uno stampo a cerniera unto e infarinato o rivestito con della carta da forno (meglio se non trattata) e infornate a 160°C per 25 minuti, quindi senza aprire il forno alzate la temperatura a 175°C e lasciate cuocere per altri 25 minuti.
  • A questo punto verificate la cottura con uno stecchino: se è asciutto, lasciate la torta in forno per altri 3 minuti a 180°C, se invece è umido, prolungate la cottura a 175° per altri 10 minuti e poi controllate di nuovo. È ottima sia tiepida sia a temperatura ambiente!

Cheesecake ai frutti di bosco senza glutine

Cheesecake ai frutti di bosco senza glutine

Cheesecake ai frutti di bosco senza glutine

Recipe by I Buoni Sani

Un dolce freddo super goloso e gluten free, che sa conquistare tutti ma proprio tutti

Ingredienti

  • Per la base:
  • 150 g. farina di grano saraceno

  • 50 g. farina di riso integrale

  • 50 g. farina di mandorle

  • 4 C olio di girasole

  • 3 C crema di mandorle

  • 100 g. sciroppo d’acero

  • 1 c vaniglia in polvere

  • 1/2 bustina cremor tartaro

  • un pizzico di sale

  • Per il ripieno:
  • 400 g. di tofu al naturale

  • 400 g. di tofu vellutato

  • 2 C crema di mandorle

  • 2 C succo di limone

  • 1 c agar agar in polvere

  • 3 C kuzu (o amido di mais) da sciogliere in 1/4 tazza di latte di soia

  • 1 pizzico di sale

  • 1 e 1/2 T sciroppo d’acero

  • 1/2 busta di frutti di bosco surgelati

Procedimento

  • Per preparare la base versate in una ciotola la farina di grano saraceno, la farina di riso integrale, la farina di mandorle, l’olio di girasole, la crema di mandorle, lo sciroppo d’acero, la vaniglia in polvere, la bustina cremor tartaro, un pizzico di sale e latte di soia tiepido q.b. per ottenere un impasto solido ma malleabile.
  • Prendete uno stampo a cerniera, mettete della carta da forno sul fondo in modo che fuoriesca dai bordi e stendete l’impasto in modo da occupare tutta la superficie.
  • Infornate a 175°C per 10 minuti circa, quindi togliete la vostra base dal forno e lasciatela raffreddare.
  • Nel frattempo preparate il ripieno mettendo in un frullatore il tofu al naturale (se volete sbollentato in acqua per 15/20 minuti), il tofu vellutato, la crema di mandorle, il succo di limone, l’agar agar in polvere, il kuzu (o amido di mais) sciolto in 1/4 tazza di latte di soia, 1 pizzico di sale, lo sciroppo d’acero e 1/2 busta di frutti di bosco surgelati.
  • Frullate bene il tutto fino a ottenere un impasto omogeneo, quindi aggiungete i frutti di bosco rimanenti, versate il ripieno sulla base raffreddata e infornate a 180°C per 25 minuti, quindi lasciate raffreddare a temperatura ambiente e poi lasciate riposare in frigorifero prima di servire.
  • In alternativa fate cuocere la base per 20 minuti circa, in modo che alla fine sia bella dorata, e lasciatela raffreddare, quindi trasferite il ripieno frullato in una pentola, portate a bollore e fate sobbollire per 5 minuti circa, quindi versatelo sulla base, fate raffreddare e trasferite in frigorifero.

Note

  • Potete decorare la superficie come più vi piace, io ho usato della granella di pistacchi.