Cavolini di Bruxelles e hijiki con glassa all’arancia e zenzero

Cavolini di Bruxelles e hijiki con glassa all'arancia e zenzero

Cavolini di Bruxelles e hijiki con glassa all’arancia e zenzero

Recipe by I Buoni Sani
Porzioni

4/5

porzioni

Non sono mai stata una grande fan dei cavolini di Bruxelles, ma devo dire che ultimamente, soprattutto insieme a castagne, zucca, salvia e rosmarino, li mangio proprio volentieri. Questa volta ho voluto uscire dalla mia “zona di comfort” (cosa non sta bene con zucca, castagne, salvia e rosmarino?) e ho provato a unire il sapore del cavolino con il tocco pungente delle alghe hijiki e dello zenzero e il tocco agrumato dell’arancia!

Ingredienti

  • 15 cavolini di Bruxelles

  • 1 manciata alghe hijiki

  • 2 C olio di sesamo

  • sale marino integrale q.b.

  • succo di 2 arance e 1 limone non trattati

  • scorza di 1 arancia

  • 1 C kuzu

  • 1 C succo di zenzero

Procedimento

  • Mettete le alghe in ammollo e, se trovate che abbiano un sapore troppo forte, prolungate l’ammollo e cambiate più volte l’acqua.
  • Nel frattempo mondate i cavolini e fateli cuocere a vapore o scottateli in acqua leggermente salata (devono rimanere belli croccanti e di un bel colore brillante).
  • Quando è tutto pronto, scaldate l’olio di sesamo in una padella, aggiungete le alghe scolate, un pizzico di sale, se serve un goccio d’acqua, coprite e fatele cuocere una decina di minuti, finché saranno belle morbide.
  • Ora aggiungete i cavolini (interi o tagliati a metà, dipende dalle dimensioni), regolate il sale e fate insaporire bene. Infine spremete il succo delle arance e del limone, aggiungete il succo di zenzero, sciogliete il kuzu nel liquido così ottenuto e aggiungetelo ai cavolini, continuando a mescolare finché non si rapprende.
  • Completate il piatto con la scorza d’arancia… super slurp!

Bicchierino alla carruba, arancia e tahin

Bicchierino alla carruba, arancia e tahin

Bicchierino alla carruba, arancia e tahin

Recipe by I Buoni Sani
Porzioni

4/5

porzioni

Ecco un dolce morbido e avvolgente, cremoso ma non troppo, in cui la ricchezza del tahin si sposa con il sapore unico della carruba e la nota agrumata delle arance… vi ho convinto?

Ingredienti

  • 2 T farina 1

  • 1/2 T polvere di carruba

  • 1 pizzico sale marino integrale

  • 1/2 bustina polvere lievitante con cremor tartaro

  • 1/3 T olio di girasole

  • 1/3 T malto di riso

  • 1/3 T sciroppo d’acero

  • 1 T succo di mela

  • scorza di un’arancia

  • 1/2 l. latte di soia

  • 1 pizzico sale marino integrale

  • 1 e 1/2 c agar agar in polvere

  • 2 C tahin

  • 125 g. sciroppo d’acero

  • 2 C di mirin

  • 1 C kuzu diluito in un po’ di latte di soia

  • succo di tre arance

  • polvere di carruba e scorza d’arancia per guarnire

Procedimento

  • Preparate il pan di Spagna versando in una ciotola la farina e la polvere di carruba setacciate, quindi aggiungete il sale e la polvere lievitante.
  • A parte emulsionate l’olio, l’acero, la scorza d’arancia e il succo di mela e aggiungeteli al composto.
  • Mescolate energeticamente con l’aiuto di una frusta in modo da incorporare aria quindi trasferite il composto su una teglia coperta con carta da forno (meglio se non trattata) in modo che abbia uno spessore di 1/2 cm. circa e infornate a 175°C per 20/25 minuti.
  • A fine cottura fate la prova con lo stecchino e se fosse ancora umido, prolungate la cottura di qualche minuto. Se la base dovesse venire troppo alta, potete sempre tagliarla a metà al momento di impiattare il dolce.
  • Nel frattempo in una pentola versate il latte di soia con il sale e l’agar agar, stemperate bene con l’aiuto di una frusta, portate a bollore e fate sobbollire per qualche minuto.
  • In una ciotola amalgamate bene l’acero con il tahin e poi uniteli al latte, fate sobbollire ancora qualche minuto e completate aggiungendo il mirin e il kuzu diluito nella bevanda vegetale.
  • Quando il composto inizia ad addensarsi, trasferitelo in una ciotola, fate raffreddare e solidificare prima a temperatura ambiente e poi in frigorifero e infine frullate.
  • Come ultimo passaggio, spremete le arance.
  • Ora potete comporre il vostro bicchierino: con l’aiuto di un coppapasta tagliate il pan di Spagna della forma che preferite, irroratelo con il succo d’arancia, stendete uno strato di crema al tahin e spolverizzate con polvere di carruba, ripetete l’operazione in modo da creare un altro strato e completate con la polvere di carruba e della scorza d’arancia…irresistibile!

Tiramisù alle mandorle e arancia

Tiramisù alle mandorle e arancia

Tiramisù alle mandorle e arancia

Recipe by I Buoni Sani

Un tiramisù fresco e profumato… attenzione che una fetta tira l’altra!

Ingredienti

  • 300 g. farina 1

  • 1 pz sale marino integrale

  • 1 bustina polvere lievitante con cremor tartaro

  • 100 g. malto di riso

  • 100 g. sciroppo d’acero

  • 150 g. latte di mandorle

  • 100 g. olio di girasole alto oleico

  • 2/3 T spremuta d’arancia

  • 1/3 T succo di mela

  • 750 ml latte di mandorle

  • 1 pz sale marino integrale

  • 3 c agar agar in polvere (o 6 C agar agar in fiocchi)

  • 2 C crema di mandorle

  • 250 g. malto di riso

  • 250 ml spremuta d’arancia

  • 3 C kuzu

  • 2 C mirin

Procedimento

  • Per il pan di Spagna mescolate in una ciotola 300 g. farina 1 setacciata, 1 pizzico di sale, 1 bustina di cremor tartaro, 100 g. malto di riso, 100 sciroppo d’acero, 150 g. latte di mandorle e 100 g. olio di girasole.
  • Lavorate bene gli ingredienti con una frusta in modo da ottenere un impasto bello omogeneo, stendetelo su una teglia coperta con della carta da forno e infornate a 175°C per 20 minuti circa o comunque finché sarà bello dorato (potete farlo alto e poi tagliarlo in due per lungo oppure farlo più basso, già pronto da usare per come base per il tiramisù).
  • Quando sarà cotto, lasciatelo raffreddare bene e nel frattempo preparate la bagna mescolando in una ciotola 2/3 di spremuta d’arancia e 1/3 succo di mela.
  • Per la crema, in una pentola dai bordi alti portate a bollore 750 ml l. latte di mandorla con un pizzico di sale e 3 c. agar agar in polvere (o 6 C in fiocchi), fate sobbollire qualche minuto e poi aggiungete 2 C crema di mandorle, 250 g. malto di riso e mescolate ancora.
  • Per finire aggiungete 3 C di kuzu diluiti in 250 ml. di spremuta d’arancia e 2 C di mirin, lasciate addensare e togliete dal fuoco.
  • Quando tutto è freddo, iniziate a comporre il vostro tiramisù mettendo uno strato di pan di Spagna imbevuto con la bagna di succo di mela e spremuta d’arancia, uno strato di crema, poi ancora pan di Spagna imbevuto e crema e infine ricoprite con granella di mandorle e pistacchi tostati.

Torta cioccoarancia

Torta cioccoarancia

Torta cioccoarancia

Recipe by I Buoni Sani

Cioccolato e arancia sono da sempre un abbinamento vincente e anche questa torta ne è la conferma… provare per credere!

Ingredienti

  • 3 T farina 1

  • 1/2 T cacao amaro in polvere

  • 1 pz sale marino integrale

  • 1 bustina polvere lievitante per dolci

  • 1/2 T olio di girasole alto oleico

  • 1/2 T malto di riso

  • 1/2 T sciroppo d’acero

  • 1 T succo di arancia

  • 1/2 T latte di soia o avena

  • 200 ml. succo di mela

  • 100 ml. succo di arancia

  • scorza di 1 arancia

  • 1 c agar agar

  • 1 C mirin

  • 100 g. cioccolato fondente

  • latte di soia q.b.

  • granella di pistacchi e fette di arance disidratate per decorare

Procedimento

  • In una ciotola unite la farina e il cacao setacciandoli con un colino, quindi aggiungete il sale e la polvere lievitante.
  • A parte emulsionate il malto, l’acero, l’olio, il latte e il succo di arancia.
  • Aggiungete i liquidi ai secchi e mescolate bene con l’aiuto di una frusta, versate il composto in uno stampo a cerniera oliato e infarinato oppure ricoperto con carta da forno e infornate a 160°C per 25 minuti, quindi alzate a 175° senza aprire il forno e fate cuocere per altri 25 minuti.
  • A questo punto provate la cottura infilando uno stecchino nella torta in più punti: se esce asciutto, lasciate la torta in forno per altri 3 minuti a 180°C, se invece è ancora umido, proseguite la cottura a 175°C per altri 10 minuti e poi controllate di nuovo. Quando la torta è pronta, toglietela dal forno, trasferitela su una gratella e lasciatela raffreddare.
  • Nel frattempo preparare la salsa all’arancia mettendo in un pentolino il succo di mela, il sale e l’agar agar, mescolate con una frusta, accendete il gas e portate a bollore.
  • Fate sobbollire per qualche minuto, quindi aggiungete il succo e la scorza d’arancia e il mirin, fate raffreddare e quando sarà solidificato, frullatelo in modo da ottenere un composto cremoso. Se fosse troppo denso, aggiungete un goccio di succo di mela o di arancia.
  • Quando la torta è fredda, tagliatela a metà, farcitela con la crema e poi ricopritela con il cioccolato fondente sciolto a bagnomaria con un goccio di latte vegetale, aiutandovi con una spatola.
  • Decorate la superficie con della granella di pistacchi e delle fette d’arancia essiccate e fate raffreddare bene, volendo anche in frigorifero. Tirate fuori la torta dal frigorifero un po’ prima di servirla.