Strudel di batate, asparagi e noci al rosmarino

Strudel di batate, asparagi e noci al rosmarino

Strudel di batate, asparagi e noci al rosmarino

Recipe by I Buoni Sani
Porzioni

4

porzioni

Ingredienti

  • 150 g. farina tipo 1

  • 100 g. farina integrale di farro

  • 1 pizzico abbondante sale marino integrale

  • 3 C olio evo

  • acqua q.b.

  • 3 batate medie

  • 2 mazzetti di asparagi

  • 2 C olio evo

  • sale marino q.b.

  • 1 manciata battuto rosmarino

  • 1 manciata noci leggermente tostate

  • shoyu q.b

Procedimento

  • Per la pasta, versate in una ciotola le farine miste, un bel pizzico di sale, l’olio evo e mescolate. Quindi aggiungete poca acqua tiepida alla volta, fino a ottenere un impasto morbido ed elastico.
  • Mettetelo da parte avvolto nella pellicola, se volete anche in frigorifero, ma non è necessario.
  • Nel frattempo pelate le batate, tagliatele a cubetti e fatele cuocere a vapore o sbollentatele in acqua leggermente salata. Quando saranno morbide, frullatele con il minipimer in modo da ottenere una purea.
  • Fate cuocere a vapore o sbollentate nella stessa acqua anche gli asparagi tenendoli abbastanza al dente e poi tagliateli a rondelle non troppo piccole.
  • Prendete una padella, scaldate 3 C di olio evo, aggiungete una bella manciata di rosmarino tritato molto sottile e lasciatelo cuocere a fiamma bassa nell’olio finché inizierà a sprigionare profumo, quindi aggiungete le batate frullate, gli asparagi, una manciata di gherigli di noci tritati grossolanamente e amalgamate il tutto.
  • Se il composto non fosse abbastanza morbido, potete aggiungere un po’ di latte vegetale non dolce (soia, avena, mandorle) o qualche cucchiaio di yogurt di soia al naturale. Aggiungete anche una bella manciata di prezzemolo e, se necessario, regolate il sapore con un po’ di shoyu.
  • Stendete la pasta a forma di rettangolo, bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta, sistemate il ripieno al centro in senso longitudinale, chiudete lo strudel piegando verso l’interno i lati più corti e poi facendo sovrapporre quelli più lunghi (volendo potete fare anche una treccia tagliando i lati più lunghi in modo da formare delle strisce larghe 1 o 2 cm e ripiegandole sul ripieno alternandole).
  • Spennellate con un po’ di shoyu diluito con un po’ d’acqua, aggiungete semi di sesamo bianco e nero e infornate a 180°C circa per 20/25 minuti, o comunque finché sarà bello dorato.

Vellutata di carote, sedano rapa e batate allo zenzero

Vellutata di carote, sedano rapa e batate allo zenzero

Recipe by I Buoni Sani
Porzioni

4/5

porzioni

Un’esplosione di gusto e colore, con una nota leggermente speziata e piccante, perfetta per scaldarsi durante l’inverno.

Ingredienti

  • 2 C olio di sesamo

  • 1 batata rossa a cubetti

  • 1 sedano rapa a cubetti

  • 5 carote a rondelle

  • acqua q.b.

  • sala marino integrale q.b.

  • succo di zenzero

  • germogli, prezzemolo e semi di sesamo nero tostati per decorare

Procedimento

  • In una pentola dai bordi alti scaldate leggermente l’olio di sesamo, quindi fate saltare le verdure una alla volta, aggiungendo sempre un pizzico di sale.
  • Coprite con acqua a filo, aggiungete un po’ di sale e fate cuocere con il coperchio per una ventina di minuti.
  • Quando le verdure saranno morbide, togliete dal fuoco, frullate e aggiungete il succo di zenzero (grattugiate lo zenzero e schiacciate la polpa tra le mani, in modo da far fuoriuscire il succo).
  • Servite la vellutata calda, decorata con germogli, semi di sesamo nero e prezzemolo, eventualmente abbinata a un cereale tipo sorgo, grano saraceno o orzo.

Crocchette piccantine di verdure e soia nera

Crocchette piccantine di verdure e soia nera

Crocchette piccantine di verdure e soia nera

Recipe by I Buoni Sani
Porzioni

4/5

porzioni

Perché alle crocchette è difficile resistere, se poi sono un po’ piccantine, allora è davvero impossibile!

Ingredienti

  • 1 T soia nera già cotta (o un altro legume)

  • 1 T batate

  • 1 T pastinaca

  • 1 T foglie verdi saltate con olio e sale

  • olio evo q.b.

  • sale marino integrale q.b.

  • erbe aromatiche q.b.

  • cereale già cotto q.b. (riso, miglio, ecc.)

  • 1 manciata prezzemolo o rucola

  • shoyu q.b.

  • pangrattato o mix di farine di mais (bramata e fioretto)

  • paprika dolce, peperoncino e sommaco q.b.

Procedimento

  • In un frullatore versate la soia nera già cotta (potete usare anche ceci, azuki, cannellini o altri legumi già cotti, l’importante è che siano asciutti), le batate e la pastinaca tagliate a cubetti.
  • Passate in forno a 180°C con olio evo, sale e erbe aromatiche per una ventina di minuti, 1 tazza di foglie verdi saltate con olio e sale (verza, cavolo cappuccio, cavolo cinese, ecc.).
  • Iniziate a frullare e poi iniziate ad aggiungere un cereale già cotto che avete in frigo (io ho usato miglio, ma vanno benissimo anche riso integrale, orzo, farro, ecc.) fino a ottenere un composto compatto ma abbastanza morbido, in modo che si possa lavorare senza che vi resti attaccato alle mani.
  • Ora aggiungete una manciata generosa di prezzemolo o rucola e sistemate il sapore con un po’ di shoyu.
  • Nel frattempo prendete del pane vecchio, riducetelo in polvere (io ho usato del pane che mi era avanzato, ma potete anche fare un mix di farina di mais bramata per polenta e farina di mais fioretto) e conditelo con un pizzico di paprika dolce, peperoncino e sommaco.
  • Ora prendete l’impasto delle polpette, fate delle palline non troppo piccole (altrimenti le vostre crocchette saranno troppo asciutte e stoppose), schiacciatele po’, passatele nel pan grattato e disponetele su una teglia coperta con della carta da forno.
  • Spennellatele con un po’ di olio evo e infornate a 180°C per 15 minuti, quindi giratele e fatele cuocere per altri 10 minuti. In questo modo resteranno morbide all’interno e croccanti all’esterno. Potete servirle con una maionese veg o una salsina fatta con yogurt di soia al naturale, senape, limone, sale ed erba cipollina.