Vellutata di cappuccio rosso, mele e mandorle con sorgo

Vellutata di cappuccio rosso, mele e mandorle con sorgo

Vellutata di cappuccio rosso, mele e mandorle con sorgo

Recipe by I Buoni Sani
Porzioni

4/5

porzioni

Una vellutata dai colori brillanti e dal sapore accattivante, ideale per regalarci gusto e allegria durante le grigie giornate invernali!

Ingredienti

  • 250 g. sorgo

  • 500 g. acqua

  • sale marino integrale q.b.

  • acidulato di umeboshi q.b.

  • 3 C olio evo

  • 2 porri

  • 1 cavolo cappuccio rosso

  • 1 mela Granny Smith

  • 2 C crema di mandorle

  • timo q.b.

  • granella di mandorle e prezzemolo per decorare

Procedimento

  • Mettete il sorgo in un colino, sciacquatelo bene sotto l’acqua corrente.
  • Trasferitelo in una pentola dai bordi alti, aggiungete 500 g. di acqua, portate a bollore, salate, coprite, abbassate la fiamma al minimo e fate cuocere per assorbimento.
  • Quando il sorgo sarà pronto, trasferitelo in una pirofila e mettetelo da parte.
  • Nel frattempo, in un’altra pentola dai bordi alti, fate scaldare leggermente l’olio, aggiungete il porro tagliato a rondelle con un pizzico di sale e fatelo soffriggere velocemente.
  • Aggiungete il cappuccio a listarelle e la mela a dadini, ogni volta con un pizzico di sale, coprite con acqua a filo, portate a bollore, salate e fate cuocere per 20 minuti circa con il coperchio.
  • Verso fine cottura aggiungete la crema di mandorle e, quando si sarà sciolta, frullate bene.
  • Regolate il sapore con l’acidulato, aggiungete il timo e, se fosse troppo liquida, frullate anche una parte del sorgo.
  • Al momento di servire, disponete la vellutata nel piatto, aggiungete il sorgo, decorate con granella di mandorle tostate e prezzemolo e…voilà!

Crema di alghe dulse a limone e mandorle

Crema di alghe dulse a limone e mandorle

Crema di alghe dulse a limone e mandorle

Recipe by I Buoni Sani
Porzioni

4/5

porzioni

Una crema super versatile, ricca di vitamine e sali minerali, ideale per condire un cereale in chicco, una pasta, ma anche per fare delle sfiziose bruschette… a voi la scelta!

Ingredienti

  • 2 C olio di sesamo

  • 2 cipolle

  • acqua q.b.

  • 1 manciata alga dulse

  • 1 manciata mandorle tostate

  • succo di 1 limone

  • 1 manciata prezzemolo

  • semi di sesamo tostati q.b.

Procedimento

  • In un tegame scaldate due cucchiai di olio di sesamo, aggiungete due cipolle tagliate a mezza luna con un pizzico di sale, fatele saltare qualche minuto e poi aggiungete un po’ d’acqua e fatele stufare bene.
  • Dopo qualche minuto, aggiungete una bella manciata di alghe dulse ammollate per una ventina di minuti, scolate e tagliate grossolanamente al coltello e lasciate cuocere per 10/15 minuti, finché si saranno ammorbidite.
  • A questo punto lasciate raffreddare leggermente, trasferite il composto in un frullatore, aggiungete una bella manciata di mandorle tostate e iniziate a frullare fino a ottenere una bella consistenza cremosa.
  • Alla fine aggiungete il succo di un limone (potete regolare la quantità in base al vostro gusto) e prezzemolo tritato.

Note

  • Al momento di servire potete arricchire la crema con dei semi di sesamo tostati.

Tiramisù alle mandorle e arancia

Tiramisù alle mandorle e arancia

Tiramisù alle mandorle e arancia

Recipe by I Buoni Sani

Un tiramisù fresco e profumato… attenzione che una fetta tira l’altra!

Ingredienti

  • 300 g. farina 1

  • 1 pz sale marino integrale

  • 1 bustina polvere lievitante con cremor tartaro

  • 100 g. malto di riso

  • 100 g. sciroppo d’acero

  • 150 g. latte di mandorle

  • 100 g. olio di girasole alto oleico

  • 2/3 T spremuta d’arancia

  • 1/3 T succo di mela

  • 750 ml latte di mandorle

  • 1 pz sale marino integrale

  • 3 c agar agar in polvere (o 6 C agar agar in fiocchi)

  • 2 C crema di mandorle

  • 250 g. malto di riso

  • 250 ml spremuta d’arancia

  • 3 C kuzu

  • 2 C mirin

Procedimento

  • Per il pan di Spagna mescolate in una ciotola 300 g. farina 1 setacciata, 1 pizzico di sale, 1 bustina di cremor tartaro, 100 g. malto di riso, 100 sciroppo d’acero, 150 g. latte di mandorle e 100 g. olio di girasole.
  • Lavorate bene gli ingredienti con una frusta in modo da ottenere un impasto bello omogeneo, stendetelo su una teglia coperta con della carta da forno e infornate a 175°C per 20 minuti circa o comunque finché sarà bello dorato (potete farlo alto e poi tagliarlo in due per lungo oppure farlo più basso, già pronto da usare per come base per il tiramisù).
  • Quando sarà cotto, lasciatelo raffreddare bene e nel frattempo preparate la bagna mescolando in una ciotola 2/3 di spremuta d’arancia e 1/3 succo di mela.
  • Per la crema, in una pentola dai bordi alti portate a bollore 750 ml l. latte di mandorla con un pizzico di sale e 3 c. agar agar in polvere (o 6 C in fiocchi), fate sobbollire qualche minuto e poi aggiungete 2 C crema di mandorle, 250 g. malto di riso e mescolate ancora.
  • Per finire aggiungete 3 C di kuzu diluiti in 250 ml. di spremuta d’arancia e 2 C di mirin, lasciate addensare e togliete dal fuoco.
  • Quando tutto è freddo, iniziate a comporre il vostro tiramisù mettendo uno strato di pan di Spagna imbevuto con la bagna di succo di mela e spremuta d’arancia, uno strato di crema, poi ancora pan di Spagna imbevuto e crema e infine ricoprite con granella di mandorle e pistacchi tostati.

Cheesecake salata

Cheesecake salata

Cheesecake salata

Recipe by I Buoni Sani
Porzioni

4/5

porzioni

Chi ha detto che una cheesecake debba essere solo dolce? Ecco qui la nostra versione salata e senza glutine!

Ingredienti

  • 3 C olio evo

  • 1 manciata erbe aromatiche tritate al coltello

  • 200 g. miglio

  • 600 g acqua

  • sale marino integrale q.b

  • 75 g. farina di mandorle

  • scorza di 1 limone

  • 3 C olio di sesamo

  • 1 cipolla

  • 500 g. carote

  • 200 g. tofu al naturale

  • shoyu q.b.

  • semi di sesamo nero q.b.

  • 1 C olio di sesamo tostato

  • 1 C crema di mandorle

  • 1,5 c agar agar in polvere

  • 400 g. yogurt soia

  • succo e scorza di un limone non trattato

  • qualche foglia di basilico

  • granella di pistacchi tostati

Procedimento

  • Per la base, in una pentola dai bordi alti fate rosolare un trito di erbe aromatiche a piacere in 3 C di olio evo, quindi aggiungete 200 g. di miglio sciacquato bene e 600 ml. di acqua (volendo potete fare la base anche con il cous cous o la quinoa, sempre seguendo lo stesso procedimento ma tenendo conto delle diverse proporzione di acqua).
  • Portate a bollore, aggiungete il sale, coprite e fate cuocere per assorbimento.
  • Quando il miglio sarà cotto, aggiungete 75 g. di farina di mandorle e la scorza di un limone, mescolate bene e poi trasferite il tutto in una tortiera a cerniera rivestita di carta da forno.
  • Pressatelo bene sul fondo, quindi spennellatelo con un po’ di olio e passatelo in forno per 15 minuti a 180°C.
  • Per la farcia, prendete una padella, scaldate leggermente 3 C di olio di sesamo e fate saltare una cipolla tagliata a mezzaluna con un po’ di sale, aggiungete 500 g. di carote tagliate a rondelle e precedentemente cotte a vapore o scottate in acqua e sale e fatele insaporire, quindi aggiungete il tofu sbriciolato, un po’ di salsa di soia e stufate per altri 5 minuti.
  • Frullate tutto nel mixer ed eventualmente regolate il sapore. Quando avrete un composto bello cremoso, aggiungete i semi di sesamo nero e l’olio di sesamo tostato.
  • Nel frattempo, in una pentola versate 200 ml. di acqua, un pizzico di sale, 1 C di crema di mandorle e 1 c e mezzo di agar agar in polvere, mescolate bene con l’aiuto di una frusta, portate a bollore e fate sobbollire per 5 minuti mescolando.
  • Unite al liquido le carote frullate, versate il tutto sulla base di miglio e lasciate solidificare in frigorifero.
  • Nel frattempo prendete il vegrino che avrete ottenuto facendo colare 400 g. di yogurt di soia per 8/12 ore, conditelo con un po’ di sale, il succo e la scorza di un limone e qualche foglia di basilico, frullate con il minipimer e stendetelo sopra le carote.
  • Infine decorate con granella di pistacchi tostati

Orecchiette con cime di rapa ripassate, pomodorini e mandorle

Orecchiette con cime di rapa, pomodorini secchi e mandorle tostate

Orecchiette con cime di rapa ripassate, pomodorini e mandorle

Recipe by I Buoni Sani
Porzioni

4/5

porzioni

A chi non piacciono le orecchiette con le cime di rapa? Ecco una versione particolarmente gustosa e saporita!

Ingredienti

  • 250 g. orecchiette

  • acqua q.b.

  • sale marino integrale q.b.

  • 3 cime di rapa

  • 2 C olio di sesamo

  • 8 pomodorini secchi ammollati

  • 1 manciata mandorle tostate

  • farina di mandorle q.b.

Procedimento

  • Fate cuocere in abbondante acqua salata le orecchiette, in modo che rimangano al dente, e quando le scolate tenete da parte un po’ di acqua di cottura.
  • Nel frattempo prendete le cime di rapa, mondatele e fatele cuocere qualche minuto a vapore o scottatele velocemente in acqua salata.
  • Trasferitele in un contenitore pieno di acqua e ghiaccio (o comunque acqua fredda), in modo che lo shock termico permetta di mantenere un bel colore brillante.
  • A questo punto prendete un tegame, fate scaldare dell’olio di sesamo, aggiungete dei pomodorini secchi tagliati a pezzettini e fateli insaporire leggermente (se non sono sott’olio lasciateli 15/20 minuti in ammollo in acqua tiepida, in modo che si idratino e ammorbidiscano).
  • Aggiungete le cime di rapa tagliate a pezzettini, se necessario regolate il sale e fatele saltare finché saranno cotte al punto giusto.
  • Infine aggiungete le orecchiette scolate, le mandorle tostate e tagliate a lamelle e fate amalgamare il tutto, se necessario anche aggiungendo un po’ di acqua di cottura delle orecchiette.
  • Prima di servire, condite con una spolverata di farina di mandorle.