Problemi di pelle: i rimedi

problemi di pelle: i rimedi

Come abbiamo visto, i problemi di pelle hanno tutti una matrice comune: c’è sempre una componente yin, a volte anche una componente yang, e in ogni caso migliorano eliminando gli eccessi yin.

Molto spesso i problemi di pelle hanno anche una “stagionalità”: quelli che peggiorano in inverno hanno sempre una causa più yin e indicano una debolezza a livello dei reni, mentre quelli che peggiorano in estate hanno una causa più yang e indicano un problema a livello di fegato.

Se guardiamo l’effetto del cibo sulla pelle:

  • Gli alimenti molto yang (grassi saturi, cibi secchi e duri, grano saraceno, formaggi stagionati, insaccati, pesce affumicato, prodotti da forno soprattutto se contengono olio) non permettono all’energia di circolare e di arrivare in superficie e nutrire la pelle;
  • Gli alimenti molto yin (alimenti crudi, frutta di origine tropicale, caffè e cacao, spezie, sostanze chimiche) rendono la pelle flaccida e incline a sviluppare infezioni.

Di conseguenza, per gestire i problemi di pelle:

  • Per un problema più yin, dovremmo togliere gli alimenti più yin, creare equilibrio con cereali, verdure e legumi e usare rimedi vari a seconda del tipo di problema;
  • Per un problema più yang, dovremmo togliere gli alimenti più yang, creare equilibrio con cereali, verdure e legumi e usare rimedi vari a seconda del tipo di problema;
  • Non dimentichiamo infine che tutti i problemi di pelle traggono beneficio dal fatto di eliminare l’estremo yin.

Cosa piace alla pelle

In particolare alla pelle piacciono:

  • Le verdure pressate, soprattutto il cavolo cappuccio, che sono ricche di vitamine ma non crude;
  • Le verdure scottate, soprattutto le foglie verdi;
  • Le alghe, soprattutto la dulse e la nori;
  • I cereali, soprattutto il riso e il miglio;
  • Il sapore agrodolce che apre e porta nutrimento in superficie, ad esempio la salsina ai quattro sapori che in più non contiene olio;
  • Nuotare in mare (e non in piscina perché si assorbe cloro e si perdono sali minerali);
  • Le frizioni;
  • La digitopressione;
  • Gli impacchi di zenzero (accertarsi con un esperto se si possono fare perché non sono adatti a tutti);
  • Fare il bagno con un chilo di sale;
  • Fare la sauna.

Problemi di pelle: problema che hai, rimedio che trovi

Vediamo ora i principali problemi di pelle:

  • FORFORA: in genere legata ai reni, migliora riducendo le quantità di cibo e soprattutto eliminando i prodotti da forno secchi e duri, oltre a seguire le altre raccomandazioni per problemi yang;
  • DERMATITE: è un problema con una componente fegato e potremmo definirlo come un problema di energia chiusa all’interno che non riesce a venire in superficie e causa un’infiammazione della pelle; in genere migliora eliminando gli eccessi yin e yang, come rimedio può aiutare il brodo di verdure dolci;
  • ACNE: potremmo descrivere questo problema come il tentativo della pelle di eliminare quello che il fegato non riesce a smaltire; oltre a lavorare sul cibo si può trovare sollievo usando il rimedio carote e daikon;
  • PSORIASI: potremmo definirla come il tentativo del corpo di eliminare eccessi usando le zone dove non c’è grasso (la psoriasi in genere si presenta sui gomiti, sul cuoio cappelluto, sulle orecchie, sulle ginocchia, sulle dita e in genere in tutte quelle zone del corpo in cui non c’è grasso); è un problema yin e yang e quindi è necessario eliminare tutti gli eccessi, rafforzare i reni, masticare a lungo per regolarizzare l’intestino, praticare regolare attività fisica e aiutare la pelle magari con le frizioni NON sulle zone irritate;
  • VITILIGINE: è un problema degenerativo con una causa yin, bisogna lavorare sull’energia terra (miglio, ceci, verdure dolci, consistenze cremose, piatti come nishime, kimpira di radici ma anche di verdure dolci, marmellata di verdure dolci, azuki zucca e kombu).

Problemi di pelle: tante manifestazioni con un comun denominatore

problemi di pelle

Se applichiamo la classica visione occidentale di stampo scientifico, in genere i problemi di pelle sono tra i più difficili da risolvere. Se decidiamo di rivolgerci a un dermatologo, siamo sicuri di tornare a casa con un nome impronunciabile che identifica il nostro problema e qualche crema o pomata, generalmente a base di cortisone, da applicare per tamponare la situazione. È molto raro, invece, riuscire a capire il motivo di quello che sta succedendo.

Se invece indossiamo gli occhiali dello yin e dello yang e optiamo per un approccio energetico, che tiene conto dell’effetto del cibo sul corpo, ecco che anche un problema apparentemente senza soluzione può essere compreso e, di conseguenza, risolto.

Come abbiamo già visto, la pelle è un organo di eliminazione, il più grande che abbiamo, e quindi i problemi di pelle in genere sono un tentativo del corpo di creare equilibrio eliminando gli eccessi. La buona notizia è che i problemi di pelle sono piuttosto veloci da risolvere: generalmente bastano tre settimane per vedere i primi benefici, tre mesi per vedere grandi cambiamenti e un paio di stagioni per risolvere il problema.

Inoltre è un organo di superficie e questo ci permette di capire un’altra cosa: tutti i problemi di pelle hanno sempre una componente yin e quindi lo yin, anche quando non è la causa principale, rappresenta sempre un fattore di disturbo.

Come risolvere i problemi di pelle

Di conseguenza, la prima cosa da fare in presenza di un problema di pelle è eliminare, almeno per un periodo, tutto lo yin:

  • alcol
  • latticini
  • cibi tropicali (caffè, cacao, spezie, frutta tropicale, ecc.)
  • frutta cruda
  • zucchero
  • cibo crudo
  • bevande vegetali che spesso contengono olio crudo
  • fermentati non salati (yogurt di soia, kefir, ecc.)
  • cibi raffinati

In questo modo potremmo già notare un miglioramento anche nel breve periodo.

I problemi di pelle e l’effetto calamita

Molto spesso, però, i problemi di pelle hanno anche una causa che risiede nel profondo del nostro corpo, si tratta del cosiddetto “effetto calamita”: se abbiamo tensione a livello del plesso solare (fegato, pancreas e reni), questa componente yang agisce come una specie di calamita che non ci permette di eliminare lo yin che si ferma a livello della pelle, causando i problemi che ben conosciamo.

In questo caso, bisogna lavorare anche sullo yang, ovvero:

  • Togliere tutto il cibo animale tranne il pesce
  • Eliminare i prodotti da forno, soprattutto quelli secchi e duri
  • Prestare attenzione all’uso del sale (che non va mai eliminato, ma piuttosto scelto di buona qualità, ad esempio quello marino integrale, e usato nella giusta misura).

Questo secondo aspetto è molto importante perché sono proprio questi eccessi yang che, a loro volta, alimentano le cosiddette “voglie” soprattutto di cibi yin, ovvero quelli che dovremmo evitare per i problemi di pelle, creando così un circolo vizioso.

Detto ciò, anche nell’ambito dei problemi di pelle possiamo poi fare una classifica partendo dal più yin (la vitiligine) fino ad arrivare al più yang (la psoriasi), passando per brufoli, acne e dermatiti varie.

La settimana prossima vedremo nel dettaglio cosa piace di più alla pelle e i rimedi per i principali problemi.

Energia metallo: intestino crasso, polmoni e…pelle!

pelle ed energia metallo

Siamo ormai in pieno autunno e da un punto di vista energetico siamo entrati nella loggia metallo, un’energia di chiusura, che invita alla riflessione e all’introspezione.

L’energia metallo è caratterizzata dal riso come cereale, dai fagioli bianchi come legume, dalle radici come verdura e dal sapore pungente. È un’energia lenta nel cambiamento e che soffre la “secchezza”.

Gli organi legati a questa energia sono l’intestino crasso, i polmoni e la pelle e oggi vorrei dedicare un po’ di attenzione proprio a quest’ultima, organo che svolge un ruolo importantissimo, molto più di quanto pensiamo.

La sua importanza risiede innanzi tutto nel fatto di essere un organo di eliminazione, in realtà il più grande che abbiamo, tanto che in Oriente la chiamano “il terzo rene”. Infatti, tutto ciò che non viene eliminato da reni, dai polmoni e dall’intestino, viene eliminato dalla pelle. Inoltre è la sede di un senso importante come il tatto ed è direttamente coinvolta in una serie di funzioni vitali, ad esempio il controllo della temperatura corporea e la gestione dei liquidi.

La maggior parte dei problemi di pelle è legata a un accumulo di grasso sotto la cute che ne ostacola il buon funzionamento e quindi, per risolvere eventuali problemi, è necessario intervenire non solo dall’esterno, ma soprattutto dall’interno, prendendosi cura anche degli altri organi di eliminazione, ovvero:

– Ripristinare il buon funzionamento dell’intestino

– Ripulire i reni

– Allenare e ossigenare i polmoni

La bella notizia è che la nostra pelle si rinnova ogni 28 giorni e quindi, a differenza di quanto avviene per intestino e polmoni, potrete già notare i primi miglioramenti in un tempo relativamente breve. Ma veniamo alla pratica…

Cosa può causare problemi di pelle?

– Il cibo animale in generale e i latticini in particolare;

– I prodotti da forno (biscotti, cracker, grissini, ecc.), che sono secchi, duri e spesso preparati con ingredienti di scarsa qualità;

– Un eccesso di olio e grassi nella dieta;

– Lo zucchero;

– I prodotti tropicali, soprattutto la frutta, se consumati alla nostra latitudine e soprattutto in inverno;

– Un consumo eccessivo di olio e frutta crudi soprattutto in inverno;

– Un’esposizione eccessiva al sole, al vento e al freddo;

– L’uso di cosmetici di scarsa qualità;

– Il fumo.

Cosa piace alla pelle?

– Un’alimentazione a base di cereali integrali in chicco (riso integrale, miglio, ma soprattutto orzo e farro che la rendono elastica), verdure di stagione e legumi;

– Un uso moderato di olio, meglio se extravergine di oliva e ancor più di sesamo (quest’ultimo si può usare anche per uso topico);

– Le alghe che hanno un’azione tonificante;

– Un’esposizione moderata al sole;

– Prodotti cosmetici funzionali e di qualità, senza sostanze chimiche;

– Le frizioni (ne abbiamo parlato in dettaglio qui)

Un rimedio naturale per la pelle scottata

Rimedi pelle scottata

Si legge ovunque, lo dicono tutti, il sole non è più quello di una volta: è importante, soprattutto nelle ore più calde, usare creme protettive, ma poi capita sempre di distrarsi, di restare a giocare in mare più a lungo del previsto, di dimenticare di applicare di nuovo la crema dopo il bagno o a metà giornata durante una camminata in montagna e così, alla sera, ci troviamo davanti allo specchio rossi come un pomodoro!

Un rimedio efficace per lenire rossore e dolore consiste nell’applicare sulla zona scottata delle foglie verdi, tipo verza o cavolo cappuccio, e quando sono calde, sostituirle. Volendo, non è necessario buttarle subito, si possono immergere in un catino di acqua fredda e lasciarle raffreddare prima di usarle di nuovo.

In alternativa potete usare un impasto a base di tofu sbriciolato e foglie verdi sminuzzate o farina, sempre da applicare sulla zona scottata. In mancanza di tofu, si può anche fare un impacco a base di soia ammollata e macinata/frullata oppure a base di patata cruda grattugiata sempre mescolata con della farina.

Un’ulteriore alternativa è lo yogurt di soia.

Tutti questi rimedi a base di soia funzionano perché la soia è il legume più yin e quindi attira il calore che è yang.

Naturalmente ci sono poi anche tutti i rimedi più tradizionali come l’aloe, la calendula o l’olio di iperico.

La pelle: un bene prezioso!

pelle bene prezioso

La pelle è un organo importantissimo, molto più di quanto pensiamo. La sua importanza risiede innanzi tutto nel fatto di essere un organo di eliminazione, in realtà il più grande che abbiamo, tanto che in Oriente la chiamano “il terzo rene“.

Infatti, tutto ciò che non viene eliminato da reni, polmoni e intestino, viene eliminato dalla pelle. Inoltre è la sede di un senso importante come il tatto ed è direttamente coinvolta in una serie di funzioni vitali, ad esempio il controllo della temperatura corporea e la gestione dei liquidi.

La maggior parte dei problemi di pelle è legata a un accumulo di grasso sotto la cute che ne ostacola il buon funzionamento e quindi, per risolvere eventuali problemi, è necessario intervenire non solo dall’esterno, ma soprattutto dall’interno, prendendosi cura anche degli altri organi di eliminazione, ovvero:

  • Ripristinare il buon funzionamento dell’intestino
  • Ripulire i reni
  • Allenare e ossigenare i polmoni

La bella notizia è che la nostra pelle si rinnova ogni 28 giorni e quindi in un tempo relativamente breve potrete già notare dei miglioramenti.

Ma veniamo alla pratica.

  • Cosa può causare problemi di pelle?
  • Il cibo animale in generale e i latticini in particolare
  • I prodotti da forno (biscotti, cracker, grissini, ecc.), che sono secchi, duri e spesso preparati con ingredienti di scarsa qualità
  • Un eccesso di olio e grassi nella dieta
  • Lo zucchero
  • Prodotti tropicali, soprattutto la frutta, se consumati alla nostra latitudine e sopratutto in inverno
  • Un consumo eccessivo di olio e frutta CRUDI soprattutto in inverno
  • Un’esposizione eccessiva al sole, al vento e al freddo
  • L’uso di prodotti idratanti e cosmetici in generale di scarsa qualità
  • Il fumo

Cosa fa bene alla pelle?

  • Un’alimentazione a base di cereali integrali in chicco (riso integrale, miglio, ma soprattutto orzo e farro che la rendono elastica), verdure di stagione e legumi
  • Un uso moderato di olio, meglio se extravergine di oliva o di sesamo
  • Le alghe che hanno un’azione tonificante
  • Un’esposizione moderata al sole
  • Prodotti cosmetici funzionali e di qualità, senza sostanze chimiche
  • Le frizioni (per scoprire cosa sono non perdete l’appuntamento di venerdì prossimo)