fbpx

Ormai non ci sono dubbi, siamo in inverno, con le sue giornate corte (anche se in realtà hanno lentamente cominciato ad allungarsi), l’aria pungente, la natura apparentemente immobile, i giorni della merla in arrivo…

Secondo la Medicina Tradizionale Cinese, siamo nel periodo dell’energia acqua, quell’energia nascosta e profonda che, nonostante la sua apparente immobilità, possiede la forza necessaria per avviare il risveglio di tutta la natura in primavera. All’energia acqua sono legati due organi molto importanti, i reni e la vescica.

I reni in particolare sono la sede del Jing, la nostra forza vitale, una sorta di dote che riceviamo alla nascita, un conto in banca che non possiamo far crescere, ma solo preservare il più possibile, perché quando si esaurisce, anche la nostra vita terrena giunge al termine. Questo Jing è detto “del cielo posteriore“, ma in realtà abbiamo anche un altro Jing, quello del cielo anteriore, che possiamo nutrire con la dieta, lo stile di vita e altre pratiche, preservando così anche il Jing essenziale.

  • Ecco allora cosa non piace ai nostri reni:
  • stress e paura
  • troppo lavoro
  • viaggiare molto
  • troppo esercizio fisico o stare a lungo in piedi nella stessa posizione
  • mancanza di riposo
  • troppi parti ravvicinati per le donne
  • troppo cibo yang, soprattutto cibo animale e sale, ma anche tutto ciò che crea acidità
  • troppo cibo yin, soprattutto dolci, ma anche sostanze chimiche e stimolanti
  • il freddo, compresi i cibi che raffreddano (es. crudo in inverno, soprattutto la frutta)
  • Ecco invece cosa piace ai nostri reni:
  • cereali, legumi, verdure invernali e radici, meglio se cotte a lungo (es. stufate, doppie cotture)
  • alimenti a lunga fermentazione (miso, salsa di soia, crauti, ecc.)
  • gomasio e sale di buona qualità senza esagerare
  • alghe, in particolare la kombu
  • fare esercizio fisico moderato, camminare nella natura
  • se vi piace nuotare, meglio evitare la piscina e privilegiare il mare
  • evitare di fare docce calde troppo lunghe e se siete amanti del bagno, mettere sempre un chilo di sale grosso nella vasca
  • tenere i reni al caldo e, se possibile, andare a letto con una borsa dell’acqua calda appoggiata alla zona lombare

Esistono poi rimedi e pratiche esterne adatti a tutti i tipi di problemi legati ai reni, sia yin che yang, ma per questi vi do appuntamento a settimana prossima.

it_ITItaliano