Quinoa con cipollotto, spinacini e uvetta

Recipe by I Buoni Sani
Porzioni

4

porzioni

Ecco una ricetta per una quinoa fresca e colorata, buona sia tiepida che a temperatura ambiente, ideale per queste ultime giornate calde prima di passare a cereali più invernali… eh sì, perché da un punto di vista energetico la quinoa appartiene all’energia fuoco e quindi sarebbe bene usarla principalmente nella bella stagione!

Ingredienti

  • 300 g. quinoa

  • 600 g. acqua

  • sale marino integrale q.b.

  • 1 bustina di zafferano (facoltativa)

  • 2 C olio di sesamo

  • 3 cipollotti o 1 porro medio

  • 250 g. spinacini freschi

  • 1 manciata uvetta ammollata

  • 1 manciata granella di nocciole

  • acidulato di umeboshi q.b.

Procedimento

  • Lavate bene la quinoa sotto l’acqua corrente (questa operazione è particolarmente importante per eliminare il sapore tipicamente amaro della quinoa dovuto alla presenza abbondante di saponine, una sostanza usata dalla pianta come difesa da insetti e parassiti che le conferisce un sapore ancora più amaro di quello che avrebbe normalmente), mettetela in una pentola con il fondo spesso, aggiungete l’acqua, portate a bollore, aggiungete un pizzico di sale e lo zafferano (serve principalmente per darle un bel colore giallo, ma non è indispensabile), coprite e fate cuocere per assorbimento.
  • Quando la quinoa è cotta, trasferitela subito in una pirofila e sgranatela bene, in modo che non rimanga compatta.
  • Nel frattempo in una padella fate scaldare leggermente l’olio, quindi aggiungete il porro o i cipollotti tagliati a rondelle con un pizzico di sale e fateli saltare velocemente, quindi aggiungete un po’ di acqua e fateli stufare bene, in modo che diventino morbidi e dolci.
  • Quindi aggiungete l’uvetta precedentemente sciacquata e ammollata e gli spinacini e fate cuocere per qualche minuto (volendo potete anche coprire la padella e toglierla dal fuoco, il calore interno sarà sufficiente per far appassire leggermente gli spinacini).
  • Usate il condimento per condire la vostra quinoa, completate con la granella di nocciole e, se necessario, regolate il sapore con l’acidulato di umeboshi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

it_ITItaliano