fbpx Skip to content

Sconfiggere il Coronavirus anche a tavola!

Settimana scorsa abbiamo cercato di capire, in termini molto semplici, cosa è un virus e come funziona. Abbiamo scoperto che ci sono virus “buoni”, nel senso che aiutano il nostro corpo a eliminare gli eccessi senza causare particolari problemi, e abbiamo scoperto che ci sono virus “cattivi”, più aggressivi e pericolosi, che dobbiamo cercare di evitare. Abbiamo capito cosa possiamo fare per creare un ambiente poco favorevole al loro sviluppo tutte le volte che ci sediamo a tavola, ma oltre alle indicazioni più generali, ci sono alcuni piatti specifici che possono rivelarsi molto efficaci per rafforzare il nostro sistema immunitario e aiutarci a superare indenni questa difficile situazione.

Seguendo l’esempio della scuola dove mi sono formata, La Sana Gola, ho deciso per le prossime settimane di cambiare leggermente l’offerta dei Buoni Sani. Ogni giorno, infatti, troverete:

  • Un piatto a base di riso, cerale antinfiammatorio per eccellenza e particolarmente indicato per nutrire l’energia metallo e quindi i nostri polmoni, che in questa circostanza si sono rivelati particolarmente vulnerabili;
  • Un piatto a base di miglio, cereale che asciuga, indicato per nutrire l’energia terra e quindi il nostro sistema linfatico, parte integrante del nostro sistema immunitario, e per asciugare il corpo in generale;
  • Un contorno più “curativo” (kimpira, nishime di radici, nishime di verdure dolci, verdure pressate, marmellata di verdure dolci, ecc.) oltre a quelli più tradizionali;
  • Per chi vorrà, ci sarà anche la zuppa di miso, una zuppa particolarmente equilibrata che prevede l’uso di un condimento a lunga fermentazione ricco di probiotici, ideale per nutrire la nostra flora intestinale
  • Più piatti a base di alghe, così ricche di vitamine e sali minerali e quindi un valido aiuto per contrastare l’acidità.

Naturalmente restano valide tutte le raccomandazioni igieniche e comportamentali più generali, ma credo che dedicare una particolare attenzione alla nostra alimentazione sia ora più che mai altrettanto importante. Vi aspetto!