È ufficialmente iniziata l’estate e siamo entrati nel periodo dell’energia Fuoco, caratterizzata da un’energia in massima espansione. L’energia Fuoco rappresenta infatti il culmine del movimento ascendente legato all’energia Legno e la preparazione della fase discendente legata all’energia Terra. L’energia Fuoco è anche l’energia che mescola, non solo il sangue, la linfa, l’ossigeno e i nutrienti, ma anche i pensieri e le emozioni.

Gli organi legati a questa energia sono l’intestino tenue e il cuore. Il cuore rappresenta il punto centrale del nostro corpo, l’incontro tra l’energia Cielo (yang, contraente, discendente, che dà forma) e l’energia Terra (yin, espansiva, ascendente, che può portare a una perdita di forma), il punto di equilibrio energetico (quello del cuore è il chakra centrale).

Entrambi questi organi sono in perenne movimento ed è quindi importante seguire un’alimentazione che non crei intasamento, tensione, ristagno o rigidità. Spesso i disturbi legati all’energia Fuoco sono una manifestazione di problemi che hanno origine in altre energie e quindi, in caso di problemi, potrebbe essere necessario agire su più fronti.

Come cambia l’alimentazione in estate?

Fermo restando che la base restano sempre cereali, verdure, legumi, condimenti di buona qualità, frutta secca e semi oleosi, un po’ di frutta di stagione, cibi fermentati, magari un po’ di alghe e dolci di buona qualità, ecco alcuni accorgimenti per l’alimentazione in estate che ci permettono di armonizzarci meglio con la stagione estiva:

  • Tra i cereali dare più enfasi a quelli con il sapore un po’ amaro (il gusto amaro è il sapore dell’energia Fuoco) come la quinoa, il mais e l’amaranto, ovviamente anche gli altri cereali vanno sempre bene (il riso magari meglio a chicco lungo, il miglio, l’orzo, il farro e così via), ma il consiglio è di dare maggiore enfasi a quelli con il sapore tendente verso l’amaro e magari consumarli un po’ più spesso in insalata;
  • Tra le verdure privilegiare quelle a foglia verde (non a caso l’estate è la stagione delle insalate) consumate crude o saltate velocemente con olio e sale;
  • In generale privilegiare gli stili di cottura più yin, quelli che ci permettono di cuocere le verdure velocemente, preservandone il colore brillante e la consistenza croccante (saltare, cuocere a vapore, scottare velocemente, pressare);
  • Sempre per quanto riguarda la verdura, l’estate è la stagione in cui possiamo indulgere un po’ di più nel crudo, ma facciamo attenzione perché in alcuni casi troppo crudo, soprattutto per quanto riguarda la verdura più acquosa, potrebbe portare debolezza (un accorgimento interessante è quello di condirla con un po’ di acidulato di umeboshi, in modo da “yanghizzarla”);
  • Per quanto riguarda la frutta, un po’ più di frutta cruda ci sta, ma sempre senza esagerare e soprattutto sempre meglio non scegliere quella tropicale;
  • I legumi vanno tutti bene, ma possiamo prepararli in insalata;
  • Anche le alghe, così ricche di vitamine e sali minerali, sono un ottimo integratore per l’estate (soprattutto la nori e la dulse che sono le alghe specifiche dell’energia Fuoco);
  • Ridurre il più possibile il consumo di cibo animale (ad eccezione del pesce, meglio ancora se a carna bianca) e dei prodotti da forno perché sono alimenti che creano calore nel corpo, ed è l’ultima cosa di cui abbiamo bisogno;
  • Ridurre anche la quantità di grassi e privilegiare il consumo di olio extra vergine d’oliva, che ha l’effetto di raffreddare il corpo;
  • Per quanto riguarda il sapore amaro, privilegiare il gomasio e ridurre o evitare il consumo di caffè.

Una buona abitudine, infine, è quella di fare moderata attività fisica, così come le frizioni sono un ottimo sistema per mescolare l’energia!

Buona estate a tutti!