fbpx

Stomaco: tra fisiologia ed energia, rimedi naturali

Indice dei contenuti

Oggi parliamo di stomaco, uno dei due organi associati all’energia Terra.

Stomaco: Yin e Yang

Lo stomaco fa parte dell’apparato digerente, un apparato yin, vuoto ed espanso, e ha una serie di caratteristiche che ci permettono di definirlo un organo yin:

  • È un organo vuoto ed espanso, soprattutto nella parte superiore
  • Si trova nella parte superiore del corpo
  • Si trova nella parte sinistra del corpo che è strutturalmente yin (mentre energeticamente, essendo caratterizzata da un flusso di energia discendente, è yang)
  • È caratterizzato da un ambiente acido e quindi yin

In realtà ha anche una parte yang, il piloro, la valvola che lo collega al duodeno, ma rimane comunque un organo yin.

In quanto organo yin, in prima battura sarà disturbato maggiormente dagli alimenti più squilibrati verso lo yin (zucchero, alcool, latticini, frutta tropicale e frutta in generale, spezie, cacao e caffè, alcool, olio, alimenti crudi), ma a lungo andare può essere disturbato anche dai cibi eccessivamente yang (carne, uova, formaggi stagionati, insaccati, prodotti da forno, un uso eccessivo di sale).          

Le funzioni dello stomaco

Da un punto di vista funzionale, lo stomaco è preposto alla digestione delle proteine e per adempiere a questa funzione, è necessario che abbia un ambiente acido. Ecco perché, nel caso di problemi di stomaco quali acidità e/o reflusso, è sconsigliato assumere gastroprotettori. Questi farmaci, infatti, per eliminare il sintomo, invece di rafforzare lo stomaco, ne riducono l’acidità, compromettendone la capacità digestiva.

Secondo l’orologio cinese, lo stomaco è più attivo tra le 7 e le 9 del mattino, che coincidono con l’orario in cui generalmente si fa colazione. Ecco perché, scegliendo cosa consumare a colazione, è importante tenere conto di ciò che “piace” allo stomaco.

Da un punto di vista energetico, invece, la mattina è dominata da un’energia ascendente, che corrisponde all’energia Legno, che a sua volta controlla l’energia Terra, e quindi sarebbe bene, a colazione, tenere conto anche di questa componente.

Cosa mangiare 

A colazione

  • Zuppa di miso perché è calda (lo stomaco privilegia le consistenze cremose e i cibi caldi), ma è anche salata e fermentata (elemento Legno)
  • Una crema di cereali che contenga cereali Terra (miglio) e cereali Legno (farro, orzo, avena)
  • Qualche alimento yin come malto di riso e/o frutta cotta
  • Sarebbe bene mangiare anche delle foglie verdi, ma forse questo è chiedere troppo!

 

Quali altri piatti piacciono allo stomaco?

  • Il miglio cucinato in modo da ottenere un effetto cremoso/risottato e abbinato a verdure dolci (zucca, cipolle, cavolfiore, ecc.)
  • Il nishime
  • Le vellutate, zuppe e minestre in generale
  • La purea o marmellata di verdure dolci
  • Piatti come azuki, zucca e kombu o anche ceci, zucca e kombu
  • Anche cipolle e arame è un ottimo piatto per nutrire l’energia Terra

 

Quali accorgimenti piacciono allo stomaco?

  • Mangiare seduti, lentamente, e masticare a lungo (in realtà queste abitudini piacciono a tutto il nostro apparato digerente, non solo allo stomaco)
  • Iniziare il pasto con qualcosa di caldo e brodoso, l’ideale almeno una volta al giorno è la zuppa di miso
  • Bere tè kukicha a fine pasto
  • Fare in modo che il pasto serale sia leggero
  • Tenere la borsa dell’acqua calda sul plesso solare e sotto i piedi.

 

Problemi e/o disturbi legato allo stomaco

Vediamo i principali:

Reflusso:

  • Di solito è causato dalla chiusura non completa dello sfintere gastroesofageo e quindi l’energia che dovrebbe scendere (l’energia dalla parte dello stomaco ha un flusso discendente) tende a salire, causando acidità e reflusso;
  • Bisogna quindi agire sullo stomaco, ma anche sul fegato perché, come abbiamo già visto, l’energia Legno controlla l’energia Terra;
  • In questo caso è più importante capire cosa togliere dall’alimentazione, in particolare alimenti yinin generale con particolare attenzione a quelli che acidificano come zucchero, latticini, aceto, alcool, agrumi, spezie soprattutto se piccanti, cacao e caffè, frutta e olio crudi;
  • È importante limitare anche il consumo di prodotti da forno, soprattutto quelli secchi e duri, che disturbano il fegato, mentre in genere un po’ di pane a pasta acida, meglio se cotto a vapore, non dovrebbe causare particolari problemi
  • Infine, come sempre, basare l’alimentazione su cereali integrali, verdure, legumi, condimenti di buona qualità, un po’ di cibo fermentato, poca frutta cotta e poco cibo animale, idealmente un po’ di pesce a carne bianca un paio di volte a settimana
  • Come rimedi si possono prendere ume-sho-kuzu e il brodo di clorofilla.

Ernia iatale:

  • È un problema yin che potremmo definire come una perdita di forma della parte superiore dello stomaco;
  • Anche in questo caso la prima cosa da fare è eliminare tutti gli alimenti yin estremi come zucchero, latticini, aceto, alcool, agrumi, spezie soprattutto piccanti, cacao e caffè, frutta e olio crudi
  • Essendo un problema di perdita di forma, bisogna nutrire l’energia Terra e quindi privilegiare piatti come la marmellata di verdure dolci, il miglio (meglio se cucinato cremoso e con verdure dolci), legumi come i ceci e gli azuki (azuki zucca e kombu o ceci zucca e kombu sono un ottimo piatto)
  • Infine, come sempre, basare l’alimentazione su cereali integrali, verdure, legumi, condimenti di buona qualità, un po’ di cibo fermentato, poca frutta cotta e poco cibo animale, idealmente un po’ di pesce a carne bianca un paio di volte a settimana
  • In questo caso il rimedio per eccellenza è ume-sho-kuzu da prendere la mattina o la sera, a stomaco vuoto.

Ulcere e afte:

  • In genere un’ulcera è causata da un eccesso di calore che viene in superficie e si manifesta in un organo Terra (anche la bocca, dove spesso compaiono le afte, è un organo Terra)
  • Essendo un problema di eccesso di calore, bisogna “calmare” il fegato e quindi ridurre soprattutto il consumo di caffè e cioccolato, spezie soprattutto piccanti, prodotti da forno soprattutto secchi e duri, oltre naturalmente a ridurre il consumo di grassi e cibo animale ad eccezione di un po’ di pesce a carne bianca
  • Contemporaneamente bisogna nutrire l’energia Terra privilegiando piatti come la marmellata di verdure dolci, il miglio meglio se cucinato cremoso e con verdure dolci, legumi come i ceci e gli azuki (azuki zucca e kombu o ceci zucca e kombu sono un ottimo piatto)
  • Le ulcere si possono classificare in ulcere yin, per le quali si usa un rimedio tonificante come ume-sho-kuzu, oppure ulcere yang, per le quali si usano rimedi rilassanti come il brodo di verdure dolci e/o il brodo di clorofilla.

 

Come mantenere l’equilibrio

Abbiamo visto come, da un punto di vista energetico, l’energia Terra sia molto importante per l’equilibrio di tutte le altre energie e in caso di disturbi e problemi, che sono il segno di uno squilibrio, possiamo agire su alcuni punti del meridiano dello stomaco.

Il meridiano dello stomaco attraversa con un flusso discendente tutto il corpo sulla parte anteriore: parte dall’occhio e scende fino alla bocca, poi risale lungo la guancia fino alla testa, quindi inizia a scendere lungo il viso e lungo il collo, passa dalla clavicola, scende lungo il petto, attraversa la pancia e scende lungo la parte anteriore della gamba per terminare tra il secondo e il terzo dito del piede.

 

Ecco alcuni dei punti del meridiano dello stomaco che possiamo stimolare:

ST 6: si trova sul viso in corrispondenza del muscolo che si sente quando si chiudono forte i denti, massaggiare questo punto aiuta quando si digrignano i denti o in presenza di comportamenti maniacali.

ST 36: si trova 4 dita sotto il ginocchio, si consiglia di picchiettare con il pugno su quel punto e poi di scendere gradualmente fino a metà gamba; è utile per rafforzare la digestione, per la salute degli occhi e per i disturbi maniaco-depressivi.

PC6: questo punto in realtà non è lungo il meridiano dello stomaco perché si trova all’interno del polso, misurando quattro dita dalla mano verso il gomito (è il punto sul quale si mettono i braccialettini che si usano per i bambini quando soffrono il mal d’auto); si può stimolare, però, per tanti problemi legati allo stomaco come mal di stomaco, nausea, mal di mare e mal d’auto.

Per consulenze o info contatta Laura

Se volete saperne di più, se avete dubbi o domande o se vi interessa una consulenza individuale potete contattarmi scrivendo a info@ibuonisani.it oppure chiamando il 329_6915419

Vuoi caricare più post?

it_ITItaliano